In Sicilia lo storage di Enel è sempre più verde

Pubblicato il lunedì, 6 giugno 2016

In Sicilia l'innovazione "made in Enel" e "make in Italy" ha messo un nuovo tassello lungo la strada verso il futuro low carbon del nostro sistema elettrico nazionale. Ad Acate, in provincia di Ragusa, Enel ha inaugurato un nuovo sistema per l'accumulo di energia integrato nella rete di distribuzione elettrica.

L'Electrical Energy Storage, realizzato da ABB e installato da Enel Distribuzione all'interno dell'esistente cabina primaria Dirillo, nel territorio della cittadina siciliana è in grado di accumulare energia per una capacità pari a 1 MWh.

Il nuovo impianto messo in funzione in provincia di Ragusa è destinato a migliorare la qualità del servizio per i consumatori e a velocizzare l'integrazione nel sistema elettrico regionale delle fonti di energia rinnovabili, particolarmente diffuse nel territorio siciliano.

L'integrazione tra fonti rinnovabili e rete elettrica, realizzata grazie al sistema di accumulo di Acate, coglie insieme obiettivi essenziali per affermare il modello carbon neutral sia della produzione che del consumo di elettricità

  • Immagazzinare energia rinnovabile quando vento e sole sono disponibili, per renderla poi utilizzabile in base alla richiesta di rete e consumatori anche di notte o in condizioni meteo non favorevoli.

  • Stabilizzare la rete di distribuzione, evitando sovraccarichi di produzione e permettendo di aumentare la flessibilità del sistema elettrico.

  • Favorire la generazione distribuita immagazzinando sul posto l'energia pulita prodotta a livello locale senza "cederla" alla rete nazionale ma mettendola a disposizione in base alle esigenze di consumo del territorio.

 

Il sistema di storage inaugurato ad Acate rientra nell'ambito degli interventi finanziati dal Programma Operativo Interregionale 2007-2013 (POI Energia) in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.


Promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e finalizzato ad interventi per il potenziamento e l'adeguamento delle reti elettriche ai fini della diffusione delle fonti pulite e della piccola e micro cogenerazione, il POI Energia ha visto particolarmente attiva Enel Distribuzione con interventi per la valorizzazione dell'utilizzo delle rinnovabili e lo sviluppo tecnologico delle smart grids.

 

Enel sta sviluppando sistemi di storage in quattro Paesi tra Europa, Africa e America Latina. L'Italia è un laboratorio avanzato di innovazione in questo ambito con progetti che integrano le rinnovabili e la rete di distribuzione.


L'infrastruttura di Acate segue la messa in funzione di altri impianti per l'accumulo realizzati in altre località italiane. È "made in Enel" il sistema implementato nell'isola di Ventotene sul litorale del Lazio. Inoltre Enel Green Power ha inaugurato sistemi di storage nel campo fotovoltaico di Catania (Sicilia) e nell'impianto eolico di Potenza Pietragalla (Basilicata) mentre Enel Distribuzione ha avviato da tempo sperimentazioni per l'immagazzinamento dell'energia con i progetti smart grid a Isernia (Molise) e GRID4EU a Forlì e Cesena (Emilia Romagna).


In tutto il mondo, dalla Germania agli Stati Uniti, dalla Corea al Marocco, i progetti di storage stanno catalizzando attenzioni e investimenti poiché rispondono alla sfida di rendere sempre più sostenibile l'intero settore elettrico


Le collaborazioni con diversi produttori di sistemi di storage tra i quali General Electric, Samsung, FIAMM, Toshiba, ABB e Tesla confermano l'attenzione di Enel nell'individuare le soluzioni più efficaci e nel contempo accrescere il patrimonio di conoscenza ed esperienza nel settore.