Milano mostra la sua storia al Punto Enel

Pubblicato il mercoledì, 15 giugno 2016

Una  serata-evento di arte e storia al Punto Enel di Milano di Via Broletto.

Il 14 giugno  lo store di Enel, a pochi passi dal Duomo e dalla Scala, ha ospitato, un omaggio alla città tra memoria del passato e visione del futuro.

Le figure del popolo che hanno fatto la storia della città nel Novecento sono stati i protagonisti dell'evento di anteprima dell'ultimo incontro del ciclo "Lezioni di storia" , giunto alla sua ottava edizione, promosso dal Comune con il sostegno di Enel e intitolato "Milanesi".

La serata al Punto Enel ha portato sul palcoscenico la storia degli operai che hanno contribuito allo sviluppo industriale del capoluogo lombardo all'inizio del secolo scorso: uomini e donne che le immagini d'epoca ritraggono al lavoro nelle fabbriche in fermento o a bordo del Gamba de legn, uno degli storici trenini che ogni giorno portava in città migliaia di persone dalla Brianza e dai paesi dell'hinterland.

Due attori hanno animato la serata intitolata "Armando e Maria – Gli operai" attraverso la lettura di brani del libro-inchiesta "Gli operai del nord" di Edio Vallini. L'intervento dell'autore del volume storico - la prima edizione è del 1957 - e il commento di Giangiacomo Schiavi, giornalista ed ex Vicedirettore de Il Corriere della Sera, hanno ricostruito le vicende e il contesto di una pagina decisiva della storia moderna milanese con lo sviluppo industriale e la costruzione di un'epoca che oggi in parte rivive e si trasforma con il nuovo sviluppo avveniristico della città e il suo ritrovato respiro internazionale.

Il legame tra passato, presente e futuro è stato il trait d'union anche del risvolto artistico della serata con l'opera "Cyanogasterdell'artista Vincenzo Simone esposta al Punto Enel in occasione dell'incontro. La scultura ha rappresentato infatti un richiamo per il pubblico alla mostra in corso presso l'Edicola Radetzky, storico chiosco liberty affacciato sulla Darsena, recentemente riqualificata grazie al sostegno di Enel Energia e diventata "museo in miniatura" di arte contemporanea visibile 24 ore su 24.