Pisa: il litorale diventa smart

Pubblicato il mercoledì, 8 giugno 2016

Nuova luce e tecnologie smart per il litorale di Pisa. Nella città del contatore elettronico – nel capoluogo toscano Enel ha installato il primo smart meter italiano nel 2001 – Enel Distribuzione ha realizzato il collaudo della rete di distribuzione implementata con le nuove soluzioni smart previste dal "Progetto Luce Litorale Pisano".

Il potenziamento del sistema elettrico a Tirrenia, a Marina di Pisa e nelle aree limitrofe ha visto al lavoro le nostre squadre durante i mesi autunnali e invernali per effettuare il restyling completo di tutti gli impianti elettrici della zona culminato con il collaudo dal 23 al 27 maggio. Gli interventi di Enel Distribuzione hanno interessato gli impianti di distribuzione denominati Largo Belvedere, Bagno Imperiale, Imperiale, Tirrenia, Lido Carabinieri, Bagno Golf, Camping.

Per garantire più potenza alle utenze e maggiore flessibilità nella gestione del sistema elettrico e della distribuzione dei carichi sono stati installati sezionatori motorizzati in tutte le cabine di trasformazione, è stato realizzato il potenziamento e il rinnovo dei trasformatori e la posa di ulteriori interruttori di bassa tensione automatizzati.

Il "Progetto Luce Litorale Pisano", avviato nell'ottobre del 2015, offre un servizio elettrico eccellente in tutte le stagioni, soprattutto durante i picchi estivi. Inoltre rappresenta una nuova implementazione delle smart technology nel territorio di Pisa dove Enel, ormai 15 anni fa, ha realizzato la prima sperimentazione e installazione in Italia del contatore elettronico aprendo la strada alla leadership tricolore in fatto di smart metering e ponendo le basi per la realizzazione di smart grid e smart city che oggi vede all'opera Enel in tutta la Penisola.

L'attivazione completa del sistema di telegestione della rete elettrica sottesa agli impianti di distribuzione migliora ulteriormente la qualità del servizio sia in situazioni ordinarie sia in caso di disservizio. La soluzione per la gestione remota dei contatori elettronici, installati nelle cabine, permette infatti di isolare i tratti di linea che presentano esigenze di intervento senza ricadute sulla clientela.