L’energia (efficiente) dell’estate

Pubblicato il venerdì, 1 luglio 2016

È arrivata l'estate e sono arrivati caldo e temporali. Per molti è stata una sorpresa perché giornate con il termometro che sfiora i 40° gradi già a metà giugno e temporali anche con gradine che si scatenano all'improvviso non erano attesi così presto. Ma c'è chi ha cominciato a prepararsi con largo anticipo agli effetti del solleone.

Più condizionatori accesi, più frigoriferi aperti e chiusi di frequente, ma anche più eventi pubblici la sera. Per chi lavora sulla rete elettrica, gli abituali comportamenti che caratterizzano le nostre giornate estive si traducono in una domanda rivolta direttamente a cabine primarie, line elettriche e a tutti gli snodi della rete di distribuzione.

Un po' come la formica che comincia a preparare l'estate quando è ancora inverno, i tecnici di e- distribuzione hanno lavorato in molte città italiane già a partire dall'autunno dell'anno scorso per applicare alla rete elettrica nuove soluzioni digitali ed apparecchiature da alta efficienza in vista dell'aumento di consumi e delle sollecitazioni generate dai caldi estivi.

Tra le tante città della Penisola che hanno visto interventi e investimenti di e-distribuzione in vista dell'estate si possono citare, ad esempio, Pisa e Riccione.

Nel capoluogo toscano e-distribuzione ha completato già a fine maggio il Progetto Luce Litorale Pisano. Avviato nell'ottobre del 2015, l'intervento ha comportato il restyling completo di tutti gli impianti elettrici della zona litoranea per introdurre a vari livelli della rete e in modo diffuso le smart technology.

A Riccione è stato installato un nuovo trasformatore di alta e media tensione in grado di garantire una migliore continuità del servizio elettrico per oltre 11 mila clienti, tra cui tutte le forniture commerciali che costellano una parte significativa della Riviera Romagnola e si apprestano ad ospitare centinaia di migliaia di turisti.

Enel ha predisposto inoltre anche il Piano Estate per la sicurezza della rete elettrica a livello nazionale in collaborazione con la protezione Civile. Un vero e proprio manuale operativo per declinare possibili scenari di emergenza elettrica, descrivere le procedure da adottare in occasione di eventi eccezionali come temporali o incendi, mobilitare mezzi, apparecchiature e squadre di supporto in base alle necessità particolari. Il Piano è frutto di una collaborazione che dura ormai da diverso tempo ed ha incluso anche la formazione sulla sicurezza di volontari e operatori della Protezione civile a livello regionale.