Storage e Smart Grid, equilibrio sostenibile

Pubblicato il giovedì, 21 luglio 2016

Il territorio della provincia di Forlì-Cesena al centro di un progetto pilota d'innovazione e sostenibilità, realizzato da e-distribuzione nell'ambito di GRID4EU, una delle più importanti iniziative di ricerca e sperimentazione sulle reti intelligenti promosse dalle UE.

Avviato nel novembre 2011 e finanziato dal Settimo Programma Quadro (FP7) con un budget complessivo di 54 milioni di euro di cui 25 erogati da fondi europei, GRID4EU ha coinvolto sei Paesi e 27 partner tra centri di ricerca e aziende, tra cui sei delle maggiori utilities elettriche europee. Un gruppo di lavoro articolato che ha prodotto in quattro anni sei diverse tecnologie innovative coinvolgendo circa 250mila clienti in Europa. Come obiettivo, la sperimentazione di modelli di rete e sistemi di accumulo, replicabili e scalabili, capaci di trovare l'equilibrio perfetto tra integrazione delle rinnovabili, per loro natura intermittenti, e gestione della rete elettrica, che richiede invece un controllo costante dei carichi energetici. Innovazioni al servizio dell'ambiente e dei clienti.

Per la sperimentazione in Italia, e-distribuzione ha scelto il comune di Mercato Saraceno, situato in una Regione a elevata produzione green. In Emilia Romagna, secondo gli ultimi dati pubblicati da Terna aggiornati al 2014, gli impianti alimentati da fonti rinnovabili rappresentano circa il 40 per cento della potenza complessiva installata in Italia e il 43 per cento della produzione totale.

Dati che rendono ancora più rilevanti i risultati ottenuti dalle tecnologie sperimentate a Mercato Saraceno, se si pensa alla loro replicabilità su scala nazionale. Nell'ambito del progetto sono stati coinvolti più di 35mila clienti di bassa tensione che hanno ottenuto benefici concreti in termini di stabilità della rete, oltre a connessioni al web molto più rapide e performanti grazie all’utilizzo di sistemi di comunicazione di ultima generazione.

La rete intelligente realizzata da e-distribuzione permette di gestire i flussi di energia in modo efficiente, integrando e stoccando la produzione da fonti rinnovabili grazie a un innovativo sistema di accumulo con batterie a ioni di litio e capacità installata di 1 MWh. La smart grid si avvale inoltre di un sistema di monitoraggio e controllo avanzato, che utilizza l'infrastruttura di comunicazione LTE (long term evolution). Il sistema controlla e invia comandi a due cabine primarie di trasformazione di alta/media tensione, a oltre 100 cabine secondarie, a quattro generatori di Media Tensione e al sistema di accumulo.

Efficienza, qualità e innovazione che possono fare da volano alla crescita della piccola e media impresa locale, oltre a offrire un laboratorio a cielo aperto sulle tecnologie smart grid.

Queste innovazioni, ha ricordato Gianluigi Fioriti, amministratore delegato di e-distribuzione, in occasione della presentazione del progetto, sono state utilizzate da Enel anche per realizzare la Smart Grid di Expo Milano 2015. “Il progetto di Mercato Saraceno - ha sottolineato Fioriti - parte da lontano, con competenze di base consolidate, oltre a un concept di innovazione e a una capacità di relazioni con i partner dal carattere vincente. L’esito conferma ancora una volta la leadership tecnologica di Enel e il nostro impegno concreto alla ricerca continua dell’eccellenza da offrire al Paese e ai nostri clienti”.

L’assessore regionale alle Attività produttive e al piano energetico, Palma Costi, ha invece ricordato che “la promozione di soluzioni industriali di efficientamento di produzione, distribuzione e stoccaggio di energia nelle smart grid fa parte del protocollo che la Regione ha firmato con Enel nell'ambito delle azioni previste nel Piano Energetico Regionale, improntato a sostenibilità energetica e competitività del territorio”.

Per il dimostrativo di Mercato Saraceno, e-distribuzione ha lavorato in partnership con Siemens, Cisco, Ricerche sul Sistema Energetico (RSE) e Selta.