Sospensione fatturazione fornitura per terremoto

Pubblicato il venerdì, 2 settembre 2016

A seguito del sisma del 24 agosto scorso Enel ha recepito il provvedimento dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) che ha disposto la sospensione dei termini di pagamento delle fatture per la fornitura di energia elettrica e gas emesse o da emettere da tale data per i comuni colpiti dal sisma, individuati nel comunicato del consiglio dei ministri n.126:

- Marche - Arquata del Tronto (AP), Acquasanta Terme (AP), Montegallo (AP), Montefortino (FM), Montemonaco (AP)

- Abruzzo - Montereale (AQ), Capitignano (AQ), Campotosto (AQ), Valle Castellana (TE), Rocca Santa Maria (TE)

- Lazio - Accumoli (RI), Amatrice (RI), Cittareale (RI)

- Umbria - Preci (PG), Norcia (PG), Cascia (PG), Monteleone di Spoleto (PG)

 

Enel informa i propri clienti che le società Enel Energia, Enel Servizio Elettrico ed Enel Sole hanno anche sospeso tutte le eventuali azioni di recupero credito sulle fatture precedentemente emesse.

Per le bollette già emesse prima della sospensione della fatturazione e la cui richiesta di pagamento è già stata inoltrata agli istituti di credito, Enel informa i propri clienti che hanno sottoscritto la domiciliazione bancaria che è possibile chiedere al proprio istituto di credito il blocco del pagamento.

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile chiamare i call center di Enel Energia (800.900.860) o di Enel Servizio Elettrico (800.900.800).