U.N.I.Co, la città diventa smart

Pubblicato il giovedì, 15 settembre 2016

Al via a Bari il progetto di e-distribuzione per l’integrazione dei sistemi di telelettura e telegestione di gas, acqua e calore delle case e dell’illuminazione pubblica.

La consapevolezza dei propri consumi è uno dei passi più importanti per utilizzare i servizi in modo responsabile. Avviato nel 2014 da e-distribuzione, Acquedotto Pugliese, ReteGas Bari e Comune di Bari, U.N.I.Co. (Urban Network for Integrated Communication) prevede l'integrazione dei sistemi di telelettura e telegestione sia per le utenze domestiche di gas, acqua e calore, sia per l'illuminazione pubblica del capoluogo pugliese ed è in fase di sperimentazione in tre aree con differenti densità abitative.

Un concentratore unico per tutti i servizi, in cui la cabina elettrica di e-distribuzione funge da hub ricettivo.

Utilizzando la rete già esistente, U.N.I.Co è in grado di ottimizzare la gestione delle utenze pubbliche e private in modo economico e con un impatto ambientale minimo, senza necessità di costruire nuove infrastrutture. Grazie alla tecnologia in radiofrequenza a 169 MHz - resa disponibile a livello europeo proprio per la telemisura - il concentratore può raccogliere dati e informazioni trasmessi dai contatori del gas di Rete Gas Bari e dai contatori dell’acqua di Acquedotto Pugliese. In questo modo, accedendo a una piattaforma online via pc, smartphone o tablet, i cittadini potranno acquisire maggiore consapevolezza dei propri consumi.

“Si tratta di una partnership importante – ha commentato Gianluigi Fioriti, amministratore delegato di e-distribuzione - Grazie a essa e-distribuzione mette ancora una volta a disposizione di questo territorio le proprie competenze tecnologiche sviluppate in Italia e all’estero in tema di reti e città intelligenti. Auspico che quanto avviene a Bari in termini di innovazione e nella costruzione della Smart City del futuro possa rappresentare un esempio anche per tante altre città italiane”.

La sperimentazione prevede anche un servizio di monitoraggio e diagnostica dell’illuminazione pubblica. In questo modo, l’amministrazione comunale potrà ottimizzare la gestione dei consumi e intervenire tempestivamente in presenza di guasti.

Con il progetto U.N.I.Co., finanziato dall’Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico, la città di Bari si afferma come uno dei primi laboratori in Italia per l’applicazione di soluzioni innovative a vantaggio dei singoli cittadini e della comunità. La Puglia è già da tempo territorio di sperimentazione per e-distribuzione. La società di Enel ha lanciato infatti nella regione il Puglia Active Network (PAN), il più esteso progetto di smart community al mondo. Entro il 2018, diventeranno smart circa il 50 per cento delle linee di media tensione e più di 8mila cabine primarie e secondarie (in aree a bassa e media densità abitativa) lungo tutto il territorio regionale.