DA ENEL E GIOCO DEL LOTTO-LOTTOMATICA, NUOVA LUCE PER LA CHIESA DEL GESU

Published on martedì, 3 dicembre 2002

Roma, 3 dicembre 2002 – E’ stata inaugurata oggi l’illuminazione artistica della facciata della chiesa del Gesù, nell’omonima piazza romana, realizzata dalla So.l.e., società specializzata dell’Enel, grazie al contributo del Gioco del Lotto-Lottomatica. La nuova illuminazione, progettata di concerto con la soprintendenza, sottrae la splendida Chiesa Madre della Compagnia di Gesù, capolavoro di Giacomo della Porta, alla penombra a cui era condannata. La facciata è da oggi godibile anche nelle ore notturne, permeata com’è da una luce diffusa irradiata da 12 proiettori di tipo circolare e rettangolare che illuminano lo scudo con il monogramma di Gesù posto sopra il Portale d’accesso e le statue dei Santi Francesco Saverio e Ignazio di Loyola nelle nicchie accanto al portale. Due apparecchi di tipo lineare collocati sulla facciata illuminano la balaustra della finestra in asse al portale principale. La posa in opera dell’impianto è reversibile, può cioè essere rimossa senza arrecare alcun danno alla struttura architettonica del palazzo di fronte alla chiesa. L’impianto è inoltre ottimizzato per sfruttare al meglio l’effettivo risparmio energetico. L’inaugurazione è avvenuta al termine della solenne celebrazione in onore di S.Francesco Saverio, presieduta dal cardinale Crescenzio Sepe, prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. Fra i numerosi concelebranti, il Generale della Compagnia di Gesù, Peter-Hans Kolvenbach, monsignor Giuseppe Pittau e il Rettore della pontificia Università Urbaniana, don Ambrogio Spreafico. All’evento sono intervenute numerose autorità civili ed ecclesiastiche, tra le quali il presidente dell’Enel Piero Gnudi e il Presidente di Lottomatica Marco Staderini. “Siamo lieti - ha detto Gnudi - in qualità di partner tecnici, attraverso la nostra società So.l.e. che vanta notevoli competenze nel settore illuminotecnico, di aver contribuito a dare nuova luce alla facciata della Chiesa del Gesù, bene simbolo per l'intera comunità religiosa di Roma e del mondo e splendido esempio artistico del contributo della Compagnia di Gesù alla nascita del barocco”. “Abbiamo accettato con entusiasmo di realizzare l’impianto di illuminazione della Chiesa del Gesù – ha aggiunto Staderini - poiché riteniamo importante sostenere le iniziative volte alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico del nostro Paese. Questo progetto testimonia pertanto il costante impegno del Gioco del Lotto e di Lottomatica nella diffusione dell’arte e della cultura ad un pubblico sempre più vasto”. La celebrazione si è svolta in occasione del 450° anniversario della morte di S. Francesco Saverio che è una figura notissima, anche fuori degli ambienti cattolici, particolarmente in Asia. Spagnolo della Navarra, brillante studente a Parigi, alla Sorbona, conobbe S. Ignazio di Loyola e fece parte del nucleo di fondazione della Compagnia di Gesù. E’ considerato il più grande missionario dell’epoca moderna. Portò il Vangelo a contatto con le grandi culture orientali, adattandolo con sapiente senso apostolico all’indole delle varie popolazioni. Nei suoi viaggi missionari si fermò particolarmente in India, dove è universalmente conosciuto e venerato, toccò il Giappone e morì il 3 dicembre 1552 nell’isola di Sancian (Cina) mentre si accingeva a diffondere il Vangelo nell’immenso continente cinese. La sua figura è particolarmente attuale oggi nel contesto dell’inculturazione e del dialogo fra l’Occidente e l’Oriente.
Generale | dicembre, 03 2002

243479-1_PDF-1.pdf

PDF (0.04MB)DOWNLOAD