ENEL E INTESA DEI CONSUMATORI FANNO IL PUNTO SUL CONTATORE ELETTRONICO

Published on martedì, 22 luglio 2003

Soddisfazione per la riduzione dei disagi dovuti al problema dello “scatto” del nuovo misuratore. In autunno incontro con tutte le associazioni del Cncu per esaminare l’opzione della tariffa bioraria che potrà essere proposta gradualmente ai clienti dall’inizio del 2004

Roma, 22 luglio 2003 -

Dopo l’accordo del 5 febbraio con le Associazioni rappresentate nel Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (CNCU), proseguono i colloqui di Enel con le Associazioni dei Consumatori sul tema contatore elettronico.

Oggi Enel e "Intesa dei Consumatori" (Adoc, Adusbef, Codacons, Federconsumatori) si sono incontrati per fare il punto sullo stato di avanzamento del "Progetto Telegestore", che prevede l’installazione da parte di Enel di 30 milioni di contatori elettronici entro il 2005.

Nel corso dell’incontro, Enel e Intesa dei Consumatori hanno espresso soddisfazione per la forte diminuzione dei disagi legati al problema dello "scatto" del contatore elettronico, grazie anche al comune lavoro avviato con le associazioni.

Ad oggi Enel ha installato oltre 9 milioni e mezzo di nuovi contatori su tutto il territorio nazionale e sta procedendo nella fase di sperimentazione delle attività di Telegestione e Telelettura, che la Società prevede di concludere entro la fine dell’anno.

In particolare, la Telegestione consentirà di attivare o modificare il contratto elettrico, senza l’intervento di un tecnico sul posto, mentre la Telelettura permetterà di leggere a distanza i consumi del cliente, rendendo possibile il pagamento dei soli consumi effettuati nel bimestre, senza dover più pagare anticipi e conguagli.

Grazie ai contatori elettronici, sarà possibile anche applicare tariffe biorarie, che consentono una differenziazione del costo del chilowattora in base alle ore della giornata, delle stagioni, dei giorni della settimana ecc.

Entro fine settembre/inizi ottobre, Enel incontrerà le associazioni del CNCU, con le quali valuterà la nuova offerta di tariffa bioraria per i clienti con contratto da 3 kw, che sarà predisposta dalla Società, una volta che l’Autorità avrà definito la nuova tariffa per la fascia sociale. La nuova opzione tariffaria, a seguito dell’approvazione dell’Autorità, potrà essere gradualmente proposta ai clienti che disporranno del nuovo contatore nel corso del 2004.

Generale | luglio, 22 2003

542974-1_PDF-1.pdf

PDF (0.02MB)DOWNLOAD