IL CDA APPROVA IL PIANO DI RIATTIVAZIONE IMPIANTI PER L EMERGENZA: 1200 MW IN 12 MESI

Published on mercoledì, 2 luglio 2003

Inoltre, verrà anticipata la conversione a ciclo combinato della centrale di Santa Barbara (400 MW) che sarà completata in 24 mesi

Roma, 2 luglio 2003 -

Il Consiglio di amministrazione di Enel, preso atto della situazione del settore elettrico italiano, ha esaminato ed approvato oggi le iniziative proposte dall’amministratore delegato Paolo Scaroni tese a costituire una potenza di riserva da attivare nei momenti di emergenza (indicativamente 100 ore l’anno) che sia valida dal punto di vista operativo ed economico.

Tali iniziative consistono

  • nella riattivazione di una serie di impianti dismessi in grado di assicurare entro i prossimi 12 mesi una capacità complessiva di 1.200 MW con un investimento di circa 25 milioni di euro.
  • nell’anticipo della realizzazione della centrale a ciclo combinato alimentato a gas naturale di Santa Barbara della capacità di circa 400 MW che sarà completata in 24 mesi con un investimento complessivo di circa 170 milioni di euro.

In particolare gli impianti da riattivare sono:

Impianti

Provincia Capacità (MW) Tempo

di riattivazione

(mesi

)

Campomarino Campobasso 88 3

Maddaloni Caserta 88 5

Carpi Modena 176 5

Camerata Picena Ancona 104 7

Larino Campobasso 246 9-11

Giugliano Napoli 176 12

Montalto Viterbo 240 12

Alessandria Alessandria 88 12

1206

Generale | luglio, 02 2003

519301-1_PDF-1.pdf

PDF (0.03MB)DOWNLOAD