SENTIERI D ESTATE: CON ENEL NEL CUORE DELLE DOLOMITI

Published on venerdì, 4 luglio 2003

Partono dal Veneto i percorsi naturalistici intorno alle centrali. Al via la terza edizione di “A tu per tu con l’energia”, tour guidati agli impianti idroelettrici della zona. Firmato un accordo con la Regione Piemonte per la salvaguardia del territorio montano.

Roma, 4 luglio 2003

– Sentieri d’estate, a piedi o in bicicletta: Enel anche quest’anno accompagnerà i turisti nei percorsi di montagna, lungo i corsi dei fiumi, nei parchi naturali e nelle aree protette. Sono 110 le escursioni possibili nei dintorni delle sue centrali. Si tratta di tracciati già esistenti per consentire il controllo e la manutenzione degli impianti che Enel mette a disposizione di chi intende scoprire luoghi dove l’equazione tra energia e natura trova una delle sue sintesi migliori.

Per il 2003 il "cuore" dell’iniziativa è nelle Dolomiti. Grazie al successo di presenze registrato negli anni scorsi, Enel, in accordo con l'Assessorato al Turismo della Provincia di Belluno, ha presentato oggi la terza edizione di "A tu per tu con l'energia".

In particolare, saranno aperte contemporaneamente e visitabili, con tour guidati, le due centrali idroelettriche di Malga Ciapela e Soverzene e le due dighe della Fedaia e di Pieve di Cadore. I giorni di apertura sono il martedì ed il venerdì dal 22 luglio al 29 agosto. La visita e il tour sono totalmente gratuiti. Come gratuiti sono nel resto d’Italia. Per chi, invece, ama le arrampicate c’è il free climbing sulle dighe venete: il 12 luglio a Pieve di Cadore e il 26 e 27 luglio a Bissina, nella Valle di Daone.

Ma non finisce qui. Sempre oggi Enel ha firmato un accordo triennale con il Piemonte per riqualificare 63 sentieri di montagna: saranno predisposti segnaletica e cartelloni informativi per illustrare le caratteristiche del percorso e del contesto ambientale, oltre ai principali dati tecnici e di funzionamento degli impianti presenti.

E da giugno fino ad ottobre "Girarifugi 2003" è aperto a tutti coloro che attraversano le valli lombarde: visite guidate a dighe e impianti Enel come la centrale Dossi che da oltre sessant’anni è parte integrante del territorio e della realtà industriale dell’alta Val Seriana.

Per lo stato dei siti, la presenza di flora e fauna particolari, l’esistenza di progetti qualificati di tutela, costituiscono un patrimonio naturale di considerevole rilevanza. Enel intende offrire così alla collettività un sistema ambientale diffuso sul territorio nazionale.

I progetti e le iniziative del programma "Natura e Territorio" sono consultabili sul sito www.enel.it/natura/.

Generale | luglio, 04 2003

521728-1_PDF-1.pdf

PDF (0.04MB)DOWNLOAD