NASCE ENEL NORTH AMERICA

Published on martedì, 2 settembre 2003

E’ italiano il primo produttore indipendente di energia elettrica da fonti rinnovabili (eolico, mini-idro, biomasse) negli Stati Uniti e in Canada

Roma, 2 settembre 2003 – CHI Energy, leader nelle energie rinnovabili in Nord America, ha cambiato il suo nome in Enel North America. La società, acquisita nel dicembre del 2000 da Enel, gestisce impianti mini-idro, eolici e di generazione di elettricità da biomasse in 17 stati degli Usa e in due province del Canada. Con 430 MW installati, è oggi il principale operatore indipendente del settore in Nord America. La sede centrale è a Stamford in Connecticut.

 

Marco Arcelli, presidente e amministratore delegato della società, nominato nello scorso agosto, ha sottolineato come il cambio del nome corrisponda a una più forte integrazione della attività di CHI nelle rinnovabili con la strategia di crescita internazionale di Enel. In questa prospettiva, Enel North America intende cogliere le opportunità di sviluppo sia attraverso acquisizioni sia attraverso la realizzazione di nuovi impianti in alcune selezionate aree del Nord America, specialmente dove possano essere complementari con le attività esistenti.

 

Enel North America è stata fondata nel 1985 come Consolidated Hydro e disponeva di alcuni impianti mini-idro nel nord-est degli Stati Uniti. Nel 1997 la società ha preso il nome di CHI e ha esteso le sue attività anche alle altre tecnologie di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, come l’eolico e le biomasse.

 

Enel è al primo posto nel mondo nelle energie rinnovabili con 16.000 MW di impianti idro, geotermici, eolici e alimentati a biomasse in Italia, Spagna, Nord e Sud America. Ogni anno Enel produce da queste fonti energia elettrica sufficiente a coprire il fabbisogno di 10 milioni di famiglie, evitando l’emissione di 19 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Di recente, Enel ha rafforzato il suo primato in questo campo con l’accordo raggiunto in Spagna per la gestione e lo sviluppo delle attività nelle rinnovabili di Union Fenosa: 281 MW operativi, a cui vanno aggiunti 157 MW in costruzione, 324 MW di progetti da sviluppare nei prossimi quattro anni (2004-2007) e altri 874 MW di progetti a più lungo termine (2008-2012).

 

Enel ha inoltre avviato in Italia un piano di investimenti da un miliardo di euro che porterà alla realizzazione nei prossimi tre anni di ulteriori 900 MW eolici, geotermici e idro che produrranno circa 3 miliardi di chilowattora l’anno, pari al fabbisogno di 1,2 milioni di famiglie, evitando emissioni di anidride carbonica per circa 2 milioni di tonnellate l’anno.

Generale | settembre, 02 2003

582651-1_PDF-1.pdf

PDF (0.1MB)DOWNLOAD