ENEL ENERGIA FORNIRA ELETTRICITA A CAEM, UNO DEI MAGGIORI CONSORZI DEL TRIVENETO

Published on venerdì, 19 dicembre 2003

Venezia, 19 dicembre 2003 – E’ stato siglato fra ENEL Energia e Consorzio Artigiano Energia & Multiutility, CAEM, il contratto che garantirà le forniture di energia elettrica per l'anno 2004 a circa 600 Imprese, con consumi annuali oltre i 100.000 kWh.

 

Dopo la prima intesa raggiunta nel giugno scorso, che ha consentito a circa 300 aziende di entrare nel mercato libero dell’energia elettrica e di ottenere un risparmio  sui costi delle bollette, il Consorzio CAEM, ha deciso di continuare la collaborazione con Enel Energia anche per l’anno 2004.

 

Si tratta di uno degli accordi più importanti sinora siglati all’interno del mercato libero dell’energia elettrica, sia per il numero di clienti che per i volumi trattati.

 

Costituito nel 2001 dalla Confartigianato di Vicenza per conto delle associazioni imprenditoriali venete, trentine e friulane, Caem accoglie le imprese che operano nei settori tipici del nord-est quali l’orafo, il metalmeccanico, l’arredamento, la ceramica e la plastica. E’ il più grande consorzio di acquisto di energia dell’associazioni artigiani in Italia.

 

La maggior parte delle aziende che già oggi aderiscono al consorzio Caem potranno operare nel libero mercato ed entro il 2004; secondo le stime, oltre mille saranno le imprese associate, per un consumo totale annuo di circa 200 milioni di kWh.

 

Luca Dal Fabbro, Direttore Generale di Enel Energia, ha commentato così l’iniziativa: “L'accordo siglato riveste particolare importanza perché è un’ulteriore conferma dell’interesse che molte aziende hanno dimostrato per la nuova offerta di Enel Energia sul mercato libero. La nostra Società persegue, infatti,  una strategia mirata a rispondere alle specifiche e sempre più composite esigenze dei clienti del mercato libero, grazie a un'articolazione di offerte su misura, sia in termini di fornitura che di servizi a valore aggiunto. Abbiamo anche recentemente lanciato una nuova offerta che introduce elementi di innovazione che ottimizzano le modalità di fornitura. Tra gli elementi innovativi della offerta c’è la possibilità data al cliente di qualsiasi dimensione e consumo di CAEM, se lo richiede, di neutralizzare il rischio ct (rischio legato alla volatilità del prezzo del combustibile) e l’eventuale volatilità futura del prezzo di borsa. La scelta di CAEM testimonia la validità della nostra proposta che assicura alle imprese medio-piccole la stabilità e competitività dei costi energetici.

Ritengo anche che uno dei fattori critici di successo della partnership con CAEM sia l’assistenza tecnico-commerciale dedicata, che interviene tempestivamente nel coadiuvare il cliente in tutte le fasi ove sia richiesta la nostra esperienza: dalla scelta della formula di pricing ottimale per il profilo di consumo del cliente, alla fruizione di servizi come il sistema di monitoraggio online dei consumi. Tutto questo aiuta l’azienda ad utilizzare in maniera ottimale la sua energia e, quindi,  a competere meglio”.

“Quella con Enel è dunque una partnership che continua – ha dichiarato il presidente del CAEM Sbalchiero - e che auspichiamo possa durare a lungo, per portare ulteriori vantaggi economici ai nostri soci. Ora invitiamo tutte le aziende che ne abbiano le caratteristiche ad aderire al Consorzio, per ottenere così una sempre maggiore forza contrattuale. Proprio in questo campo l'importante è non disperdere le energie, come dimostrano le associazioni Confartigianato del Nordest che sostengono con forza il CAEM riconoscendo la sua capacità di agire nell'esclusivo interesse della piccola impresa”.

Generale | dicembre, 19 2003

724374-1_PDF-1.pdf

PDF (0.12MB)DOWNLOAD