GLI EFFETTI SU ENEL DEL NUOVO SISTEMA TARIFFARIO

Published on martedì, 3 febbraio 2004

Roma, 3 febbraio 2004 – Enel, sulla base del nuovo sistema tariffario per il trasporto, la  distribuzione, la misurazione e la vendita di energia elettrica per il periodo regolatorio 2004-2007, così come definito dall’Autorità di settore, stima i seguenti effetti principali.

Sulla base di prime stime prudenziali, l’impatto sui ricavi tariffari per il 2004 è stimato in un calo di circa  4,3% per le attività di Enel Distribuzione (da oltre 4,9 miliardi di euro del 2003 a oltre 4,7 miliardi di euro nel 2004). Per Terna i ricavi dovrebbero rimanere invariati a circa 780 milioni di euro.

Sulla base dei suindicati livelli tariffari e dei valori di settori forniti dall’Autorità, è possibile desumere il valore del capitale investito (Rab: Regulated Asset Base) relativo alle infrastrutture di Enel :

- per Terna tale valore sarebbe pari a circa 4,9 miliardi di euro;
- per Enel Distribuzione tale valore sarebbe pari a circa 20 miliardi di euro.

A livello di Ebitda, gli effetti della riduzione dei ricavi riconosciuti sulle attività di distribuzione, misura e vendita saranno compensati dai continui progressi nel contenimento dei costi e nell’efficienza di tutte le attività di Enel.

Un’analisi più dettagliata degli effetti del nuovo sistema tariffario sarà oggetto della conference call con la comunità finanziaria convocata per oggi alle ore 18,00, tenuta da Fulvio Conti, Chief Financial Officer di Enel. Anche i giornalisti interessati potranno seguire la conference call richiedendo il relativo numero di telefono all’ufficio stampa.

Economico | febbraio, 03 2004

768051-1_PDF-1.pdf

PDF (0.11MB)DOWNLOAD