ENEL: IN LINEA CON LE ASPETTATIVE L OFFERTA PER GLI IMMOBILI NEW REAL

Published on venerdì, 19 marzo 2004

Un miliardo e quattrocento milioni di euro per 887 immobili; plusvalenza lorda 200 milioni di euro; beneficio per l’utile netto consolidato di 20 milioni di euro a partire dal 2004, crescente nei prossimi anni. Esclusiva fino al 30 aprile prossimo per definire nel dettaglio le condizioni contrattuali; 335 immobili passano a Dalmazia Trieste.

 

Roma, 19 marzo 2004 - Il consiglio di amministrazione di Enel, riunitosi sotto la presidenza di Piero Gnudi, ha esaminato l’offerta migliorativa presentata all’amministratore delegato Paolo Scaroni dal consorzio DB Real Estate Management-CDC Ixis per l’acquisto del 100% delle azioni della società New Real, cui era stato in precedenza conferito il patrimonio immobiliare di Enel Real Estate.

L’offerta è stata considerata in linea con le aspettative di Enel e pertanto il consiglio di amministrazione ha autorizzato la concessione al consorzio offerente di un periodo di esclusiva fino al 30 aprile prossimo per arrivare alla firma del contratto, che sarà successivamente sottoposto al vaglio dell’Autorità per la concorrenza ed il mercato.

L’offerta è relativa a un pacchetto immobiliare costituito da 887 immobili per un controvalore complessivo di circa 1,4 miliardi di euro. Tale corrispettivo, una volta incassato, comporterà una plusvalenza lorda per il bilancio consolidato di Enel dell’ordine di 200 milioni di euro.

La struttura dell’accordo prevede una costante riduzione dei contratti di affitto e manutenzione che, cumulata con il beneficio finanziario della vendita, produce un beneficio ulteriore di circa 20 milioni di euro all’anno, a partire già dal 2004, previsto crescente nel tempo in relazione all’ottimizzazione degli spazi occupati dalle società del Gruppo.

In preparazione di questa cessione, 335 immobili saranno trasferiti da New Real a Dalmazia Trieste, società di Enel, ai fini di una ulteriore valorizzazione. Il valore di tali immobili è di circa 380 milioni di euro.

Economico | marzo, 19 2004

825906-1_PDF-1.pdf

PDF (0.11MB)DOWNLOAD