ENEL PORTA L' "ENERGIA IN BANDA"

Published on martedì, 16 marzo 2004

ENEL PORTA L' "ENERGIA IN BANDA"
Mille e 500 bande musicali, 65 mila musicisti e 1.300 comuni coinvolti nel  concorso nazionale promosso dall’azienda elettrica. Alle migliori bande in premio  grancasse da sfilata e altri strumenti musicali.
Roma, 16 marzo 2004 – Con lo slogan “accendiamo l’amore per le bande musicali” Enel vuole promuovere e valorizzare un patrimonio artistico e culturale fortemente radicato nel territorio, rafforzando il legame con le comunità locali.
Questo è l’obiettivo di “Energia in banda”, il progetto con il quale Enel, in collaborazione con l’Anbima, l’associazione che raccoglie il 70% delle bande musicali autonome italiane, punta a sostenere una realtà sociale diffusa su tutto il territorio nazionale, che contribuisce in modo significativo alla diffusione e all’insegnamento della musica ai giovani, in uno straordinario rapporto di coesione tra generazioni.
Caratteristiche delle bande musicali, oltre ad una storia spesso centenaria,  è  la partecipazione di musicisti di varie fasce di età, dai 12 agli 80 anni, con una significativa presenza femminile di oltre il 35%.
  “Abbiamo aderito con entusiasmo alla proposta dell’Anbima - ha detto l’amministratore delegato Paolo Scaroni - perché Enel ha al centro della sua strategia il tema del rapporto con le realtà locali che  ospitano le nostre attività e dove risiedono buona parte dei suoi clienti   E le bande musicali sono una delle espressioni più diffuse e amate delle nostre tradizioni popolari che contribuiscono a trasmettere anche ai più giovani i valori della cultura, dell’impegno e della comunità”.
Il progetto “Energia in Banda” promosso da Enel prevede un concorso nazionale che si articolerà attraverso dieci selezioni interregionali per premiare la miglior banda italiana. Le bande prime classificate nelle varie selezioni avranno in premio delle “grancasse da sfilata”.  Vari strumenti musicali sono inoltre previsti come premio per le  bande che si classificheranno ai primi posti nella finale nazionale che si svolgerà a Roma il 12 settembre.
Particolare attenzione è prevista nel progetto alle bande che più hanno saputo accogliere nelle loro fila i giovani.  Nelle rassegne provinciali organizzate dall’Anbima e nella finale nazionale  sarà assegnato in premio alle “bande più giovani” una grancassa da sfilata.
Inoltre, il progetto “Energia in Banda” prevede il coinvolgimento delle bande musicali nelle numerose manifestazioni culturali che saranno promosse da Enel nel 2004 a livello locale, tra cui “Voler bene all’Italia. Festa Nazionale della PiccolaGrandeItalia” che si svolgerà il 28 marzo in centinaia di piccoli comuni italiani, con LegaAmbiente.
Complessivamente saranno coinvolte nel progetto oltre 1.500 bande associate all’Anbima (764 al Nord, 441 al Centro, 300 al Sud e Isole) con 65.000 musicisti, di circa 1.300 Comuni, dove vivono oltre 20 milioni di italiani.
Al concorso nazionale potranno partecipare tutte le bande musicali,  anche non associate all’Anbima.
Per le bande migliori o più giovani sono previsti i seguenti premi:
76 grancasse da sfilata, 1 basso tuba, 1 sax, 1 clarinetto, 1 batteria ritmica.  
L’azienda dell’energia è da tempo impegnata in programmi che hanno lo scopo di portare musica, cultura, sport e spettacolo nei piccoli centri. Nel 2003 con “Lealtà nello sport” ha promosso la correttezza sportiva in collaborazione con la Lega Nazionale Dilettanti e, con “Stavolta noi portiamo la musica, voi la luce”, ha portato la musica di qualità nelle centrali elettriche e nei teatri di provincia assieme all’Accademia di Santa Cecilia e al Teatro alla Scala.
A rafforzare il legame tra musica e elettricità una curiosità: nel 1899, in occasione del centenario dell’invenzione della pila di A. Volta, Giacomo Puccini scrisse una marcia dal titolo “Scossa elettrica”. La marcia sarà eseguita in tutte le rassegne musicali del progetto Energia in Banda.
Il progetto Energia in Banda è patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Generale | marzo, 16 2004

821575-1_PDF-1.pdf

PDF (0.12MB)DOWNLOAD