Tribuna Sportiva Enel: uno straordinario successo del fair play e della correttezza sportiva

Published on martedì, 19 luglio 2005

Per quattro mesi, oltre 800 giovani hanno raccontato storie di fair play su tutte le discipline sportive: dalla A di atletica, alla V di vela.

Roma, 19 luglio 2005 – Dopo quattro mesi di sana competizione, il ravennate Andrea Alberizia e il pisano Tommaso Nelli sono i due giovani aspiranti giornalisti giunti ai vertici della classifica finale di Tribuna Sportiva Enel, il primo giornale on line sul fair play e la lealtà sportiva ideato da Enel, in collaborazione con il CONI e l’Unione Stampa Sportiva (USSI). Entrambi, giunti a soli 5 punti di distanza uno dall’altro, si sono guadagnati la partecipazione al corso di giornalismo presso la Scuola dello sport del CONI, messa in palio per i primi 20 autori classificati in graduatoria.

 

Il progetto di una redazione virtuale che raccogliesse le tante storie belle che spesso non trovano spazio sulla stampa quotidiana ha riscosso un incredibile successo di partecipazione. Sono infatti oltre 1.800 gli articoli inviati in soli quattro mesi e più di 800 gli autori registrati provenienti da quasi tutte le regioni italiane. Tra i vincitori, 12 su 20 provengono da regioni del Sud e tre sono ragazze, a testimonianza che l’interesse per lo sport  appassiona sempre più anche il pubblico femminile.

 

Il meccanismo di partecipazione è stato semplice. Attraverso il sito di Tribuna Sportiva, gli autori, che non dovevano superare i 32 anni di età, hanno potuto inviare via web i loro articoli. Secondo il regolamento, chi ha superato la quota di 5 pezzi inviati, ha potuto entrare a far parte della graduatoria nazionale, stilata in base al voto espresso da un comitato di giornalisti professionisti. Oltre alle decine di articoli quotidiani - che sono stati pubblicati in tempo pressoché reale - ogni settimana la redazione ha aggiornato il sito www.enel.it/tribunasportiva/ con le storie più interessanti.

 

Dai vecchi personaggi del rugby (“li riconosci dalle cicatrici come cerniere lampo”), al gruppo di velisti affetti da disagi psicosociali (“Mattiperlavela”); dal giovane canoista con problemi cardiaci, fino ai piccoli campi di periferia senza percorsi imposti, né barriere. Storie sconosciute e ignorate dal grande pubblico, ma che con Tribuna Sportiva sono emerse come piccoli diamanti nella sabbia.

 


Per promuovere l’iniziativa è stata prodotta un’intensa attività di pr on line, uno screening specifico di oltre 1.000 realtà della Rete italiana (siti internet, forum, blog, newsgroup, indirizzi email) con un target di pubblico giovane e sportivo.

 

E infine, per dare ancora più risalto alla qualità degli articoli e alla originalità delle storie, Enel in collaborazione con Coni e Ussi ha raccolto in un libro “il Cuore nello Sport”, una selezione degli  articoli inviati a Tribuna Sportiva. Il volume  (presentato fuori concorso al premio Bancarella Sport, il 26 giugno scorso a Pontremoli) sarà distribuito gratuitamente e inviato alle Facoltà di Scienze della Comunicazione, alle Scuole di Giornalismo, alle Facoltà di Lettere, ai Direttori delle testate giornalistiche, stampa o tv, che parlano di sport, alle Federazioni sportive ed alle Associazioni sportive.

 

Va ricordato che per i migliori cinque allievi del corso di giornalismo, l’USSI prevede la partecipazione ad uno stage di tre settimane all’interno di una redazione sportiva.

Generale | luglio, 19 2005

1365646-1_PDF-1.pdf

PDF (0.12MB)DOWNLOAD