ENEL: ASSEGNATE LE STOCK OPTION DEL PIANO 2006

Published on venerdì, 4 agosto 2006

Roma, 4 agosto 2006 – In data odierna si è provveduto a dare attuazione al piano di stock option 2006, in esecuzione di quanto deliberato dall’Assemblea ordinaria dello scorso 26 maggio.

L’attuazione del piano 2006 fa seguito alla recente modifica della normativa fiscale di riferimento che – intervenuta, dopo l’approvazione del piano stesso da parte dell’Assemblea – è stata ulteriormente ridefinita nella legge di conversione del Decreto Legge 4 luglio 2006, n. 223, approvata in questi giorni dal Parlamento.

In particolare l’attuazione del piano ha comportato l’assegnazione di complessive 31.790.000 opzioni in favore di circa 470 dirigenti del Gruppo, tra i quali figura anche l’Amministratore Delegato dell’Enel (nella qualità di Direttore Generale), cui sono state assegnate 1.500.000 opzioni.

L’esercizio delle opzioni è condizionato al congiunto raggiungimento di due obiettivi di performance di durata pluriennale, intesi a determinare una convergenza tra gli interessi degli azionisti e quelli del management, in quanto rapportati anche all’andamento del titolo Enel rispetto ai parametri di mercato.

L’illustrazione dello schema del piano, degli obiettivi assegnati e dei termini per l’esercizio delle opzioni è già stata riportata nel comunicato stampa diffuso in data 12 aprile u.s. (http://www.enel.it/azienda/sala_stampa/comunicati/ss_comunicatiarticolo.asp?IdDoc=1463548) e nella relazione esplicativa predisposta dal Consiglio di Amministrazione in vista dell’assemblea del 26 maggio u.s. (http://www.enel.it/azienda/chi_siamo/corporate_governance/assemblee_azionisti/assemblea_25_05_06/).

Il prezzo di sottoscrizione delle azioni (strike price) è stato fissato, secondo lo schema del piano, in misura pari alla media aritmetica dei prezzi registrati dall’azione Enel sul mercato italiano nel periodo compreso tra la data odierna di assegnazione delle opzioni e lo stesso giorno del mese precedente, nel rispetto della normativa fiscale di riferimento. Il pagamento dello strike price risulta a totale carico dei destinatari del piano, non essendo prevista alcuna agevolazione al riguardo.

Il piano non prevede vincoli di temporanea intrasferibilità delle azioni assegnate a seguito dell’esercizio delle opzioni.

Economico | agosto, 04 2006

1477216-1_PDF-1.pdf

PDF (0.08MB)DOWNLOAD