ENEL: CRESCE L IMPEGNO IN GRECIA

Published on mercoledì, 4 ottobre 2006

  • Nuovo passo avanti nella strategia di crescita nell’Europa Sud-orientale: Enel sale al 75% del capitale di Enelco, società che già possiede due licenze per realizzare centrali a ciclo combinato a Viotia e a Evros.
  • Enelco, partecipata per il 25% da una joint venture tra la greca Copelouzos e la russa Gazprom, presenterà offerte in tutte le gare per lo sviluppo di nuova capacità produttiva in Grecia.


Atene, 4 ottobre 2006 – Enel ha raggiunto un accordo per aumentare la sua partecipazione azionaria nella compagnia elettrica greca Enelco, in linea con la strategia di crescita nei mercati dell’Europa Sud-orientale.

Sulla base di un accordo firmato ad Atene, Enel aumenterà la sua partecipazione in Enelco dal 50% al 75%. Il rimanente 25% resterà sotto il controllo di Prometheus Gas, una joint venture formata dalla società greca Copelouzos Group e dalla russa Gazprom.

Enelco già possiede due licenze di generazione per lo sviluppo di impianti a gas a ciclo combinato a Viotia e a Evros e intende partecipare a tutte le gare per lo sviluppo di centrali di produzione indipendenti in Grecia, a cominciare dal tender per lo sviluppo di nuova capacità per 400 MW di recente annunciato dalle autorità greche.

Enel, in cooperazione con Prometheus Gas, intende affermarsi come un importante player nel mercato greco in via di liberalizzazione, ed avrà inoltre la possibilità di esportare energia verso l’Italia utilizzando le interconnessioni esistenti.

Con questa operazione in Grecia, Enel aggiunge un importante tassello alla sua strategia di crescita in questa parte d’Europa sia nella produzione di energia elettrica che nella distribuzione di energia elettrica e gas.

In Romania, Enel è presente con reti di distribuzione che possono servire fino a 2,5 milioni di clienti, in Bulgaria con una delle maggiori centrali termoelettriche della regione e in Slovacchia con Sloveske Elektrarne, società che dispone di circa 7.000 MW di potenza installata dei quali oltre un terzo termonucleare.

Inoltre, Enel intende partecipare in Turchia alla gara per la privatizzazione delle reti di distribuzione di energia elettrica e in Bulgaria e Romania alle future gare per il controllo e lo sviluppo di attività nella generazione di energia elettrica.

Generale | ottobre, 04 2006

1482061-1_PDF-1.pdf

PDF (0.87MB)DOWNLOAD