ENEL: 1 MILIARDO DI METRI CUBI L ANNO DI GAS IN PIU DALL ALGERIA

Published on mercoledì, 14 febbraio 2007

  • Con questa fornitura aggiuntiva, che arriverà in Italia dal 2008 grazie al potenziamento del gasdotto Transmed, si consolida la collaborazione con Sonatrach che già fornisce alla società italiana dell’energia 6 miliardi di metri cubi di gas.
  • Dal 2011, attraverso il gasdotto Galsi, Algeria-Sardegna-Toscana, Enel riceverà  dalla società algerina ulteriori 2 miliardi di metri cubi di gas.

 

Roma, 14 febbraio 2007 - Enel incrementerà di 1 miliardo di metri cubi l’anno le attuali importazioni di metano dall’Algeria grazie a un nuovo accordo di fornitura a lungo termine con Sonatrach, la società algerina per la produzione, il trasporto e la commercializzazione di idrocarburi.

Le nuove forniture saranno avviate non appena completata, a ottobre 2008, l’ultima fase del potenziamento del gasdotto Algeria – Tunisia – Italia (Transmed).

Oggi Enel è, tra le utility elettriche, il principale partner commerciale di Sonatrach: importa infatti direttamente dall’Algeria 6 miliardi di metri cubi anno attraverso il Transmed. La prima fornitura fu avviata nel 1997 con 4 miliardi di metri cubi l’anno, poi incrementata a 6 miliardi nel 2002.

L’Amministrato delegato di Enel Fulvio Conti ha commentato: “Questo accordo costituisce un ulteriore e importante passo in avanti nello sviluppo della strategia Enel di crescita nella filiera del gas. Questa nuova fornitura consolida la partnership con Sonatrach. Con la società algerina, Enel sta inoltre sviluppando il gasdotto Galsi una infrastruttura strategica per il Paese che collegherà direttamente Italia e Algeria attraverso la Sardegna”.

Recentemente Enel ha firmato con Sonatrach anche l’accordo per la fornitura di 2 miliardi di metri cubi l’anno attraverso il Galsi, la cui entrata in servizio è stimata entro al 2011.

Generale | febbraio, 14 2007

1496514-1_PDF-1.pdf

PDF (0.87MB)DOWNLOAD