ENEL ANNUNCIA I DATI PRELIMINARI CONSOLIDATI 2006

Published on giovedì, 1 febbraio 2007

  • Ricavi a 38,5 miliardi di euro (34 miliardi nel 2005, +13,2%).
  • Ebitda1 a oltre 8 miliardi di euro (7,7 miliardi nel 2005, +3,9%). Al netto di un accantonamento di circa 400 milioni di euro finalizzato a un piano di eccellenza operativa, l’Ebitda cresce del 9,1% rispetto al 2005.
  • Indebitamento  finanziario  netto1 a 11,7 miliardi di euro (12,3 miliardi nel 2005, -4,9%).
  • Conti: “In base ai risultati conseguiti prevediamo un dividendo per l’intero esercizio 2006 superiore a 44 centesimi di euro per azione.”

***

Roma, 1 febbraio 2007 – Il Consiglio di Amministrazione dell’Enel, riunitosi oggi sotto la presidenza di Piero Gnudi, ha esaminato i risultati consolidati preliminari dell’esercizio 2006.

I Ricavi ammontano a 38,5 miliardi di euro, in crescita del 13,2% rispetto ai 34 miliardi di euro del 2005.

Ebitda (margine operativo lordo) è pari a oltre 8 miliardi di euro, in aumento del 3,9% rispetto ai 7,7 miliardi di euro del 2005 per effetto principalmente della crescita delle attività internazionali.
L’Ebitda relativo al 2006 tiene conto di un accantonamento di circa 400 milioni di euro finalizzato a un piano di eccellenza operativa che permetterà, tra l’altro, di conseguire risparmi nell’ordine di circa 200 milioni di euro annui già a partire dal 2008.
Al netto di questa partita, l’Ebitda relativo al 2006 ammonta a oltre 8,4 miliardi di euro, in crescita del 9,1% rispetto al 2005.

Indebitamento finanziario netto a fine 2006 è pari a 11,7 miliardi di euro, in riduzione del 4,9% rispetto ai 12,3 miliardi di euro di fine 2005, per effetto essenzialmente della cessione della partecipazione posseduta da Enel in Weather Investments.

La consistenza del personale a fine 2006 è di 58.548 unità (51.778 alla fine del 2005). A parità di perimetro la consistenza è pari a 49.806 unità, con una riduzione di 1.972 unità e tenendo conto dell’assunzione di 826 risorse.

Commentando i dati, l’amministratore delegato Fulvio Conti ha detto: “La crescita internazionale e il costante miglioramento della gestione operativa hanno ancora una volta consentito un progresso dei risultati. Pertanto, sulla base della politica dei dividendi della Società, prevediamo un dividendo per l’intero esercizio 2006 superiore a 44 centesimi di euro per azione. Per il 2007 ci attendiamo risultati operativi in ulteriore miglioramento rispetto al 2006”.

Nel corso del 2006 il Gruppo Enel ha prodotto complessivamente 131,4 TWh di elettricità (125,7 TWh nel 2005), ha distribuito sulla propria rete 267,6 TWh (259,3 TWh nel 2005) e ha venduto 159,9 TWh (156,3 TWh nel 2005).

In particolare, all’estero il Gruppo Enel ha prodotto 27,5 TWh di elettricità (13,6 TWh nel 2005), ha distribuito 12,6 TWh (9,7 TWh nel 2005) e ha venduto 17,2 TWh (8,1 TWh nel 2005).

 


1 Nel presente comunicato vengono utilizzati alcuni "indicatori alternativi di performance" non previsti dai principi contabili IFRS-EU (Ebitda e Indebitamento finanziario netto), il cui significato e contenuto sono illustrati qui di seguito in linea con la raccomandazione CESR/05-178b pubblicata il 3 novembre 2005:

  • Ebitda (margine operativo lordo): rappresenta per Enel un indicatore della performance operativa; è calcolato sommando al risultato operativo gli ammortamenti e le perdite di valore e deducendo il provento riferito all’operazione Wind-Weather;
  • Indebitamento finanziario netto: rappresenta per Enel un indicatore della propria struttura finanziaria; è determinato quale risultante dei debiti finanziari al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti e delle attività finanziarie correnti e non correnti (crediti finanziari e titoli diversi da partecipazioni).
Economico | febbraio, 01 2007

1495379-1_PDF-1.pdf

PDF (0.13MB)DOWNLOAD