ENEL ACQUISTA IL CONTROLLO DEL TERMINALE DI RIGASSIFICAZIONE DI PORTO EMPEDOCLE

Published on venerdì, 6 luglio 2007

Roma, 6 luglio 2007 – Facendo seguito agli accordi di dicembre 2005, Enel Trade ha perfezionato l’acquisizione del 90% della società Nuove Energie Srl, che sta sviluppando il progetto del terminale di rigassificazione di Porto Empedocle (AG).

Con questa acquisizione Enel rafforza l’obiettivo di realizzare un nuovo terminale di rigassificazione, necessario per assicurare diversificazione delle fonti, flessibilità degli approvvigionamenti e sicurezza del sistema gas del Paese.

In tale strategia, Enel è attiva da tempo nel mercato del gas naturale liquefatto e dispone già ad oggi di forniture per il terminale di Porto Empedocle.
 
Per la costruzione dell’impianto si stima un investimento di oltre 600 milioni di euro ed un’entrata in esercizio entro il 2011.
 
L’iter autorizzativo del progetto è in fase avanzata, avendo già ottenuto dal Ministero dell’Ambiente il parere positivo di Valutazione di Impatto Ambientale per le opere a terra ed il Nulla Osta di Fattibilità di sicurezza ex legge Seveso.

L’Amministratore Delegato dell’Enel, Fulvio Conti, ha detto: “l’impianto di Porto Empedocle si pone all’avanguardia per sicurezza ed impatto ambientale – ad oggi è l’unico in Europa ad adottare serbatoi interrati – e la realizzazione delle previste opere marittime a completamento del porto favorirà lo sviluppo  delle attività commerciali e turistiche dell’area”.

Generale | luglio, 06 2007

1510601-1_PDF-1.pdf

PDF (0.04MB)DOWNLOAD