ENEL: MOU PER LO SVILUPPO DEL SETTORE DELL ENERGIA IN ALBANIA

Published on lunedì, 3 dicembre 2007

Lo hanno firmato Genc Ruli, ministro albanese dell’Economia, Commercio ed Energia e Fulvio Conti, ad di Enel, in occasione della visita a Tirana del primo ministro italiano Romano Prodi. L’intesa prevede la costruzione di una centrale termoelettrica capace di soddisfare la crescente domanda interna e di servire i mercati vicini

Tirana, 3 dicembre 2007 – E’ stato firmato oggi alla presenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi e del Primo Ministro dell’Albania, Sali Berisha, da Fulvio Conti, amministratore delegato e direttore generale di Enel, e da Genc Ruli, ministro dell’Economia, Commercio ed Energia di Tirana un Memorandum of Understanding per lo sviluppo del settore dell’energia albanese.
Il Memorandum è stato siglato in occasione della visita ufficiale del Premier italiano Romano Prodi a Tirana.

Fulvio Conti ha commentato: “Enel guarda con grande interesse ai mercati del Sud Est Europa per le loro prospettive di crescita e per la necessità che hanno di nuova capacità di generazione. In questo quadro, l’MoU di oggi è di grande interesse per la posizione strategica dell’Albania nella regione e per il sostegno che trova nelle istituzioni un progetto di interesse strategico per il paese e di portata internazionale”.

Enel intende costruire in Albania una centrale termoelettrica alimentata a carbone di importazione con tecnologie di ultima generazione per una capacità stimabile in circa 1.300 MW che oltre a soddisfare la crescente domanda interna potrò servire il mercato italiano, quando saranno realizzate nuove linee di interconnessione tra i due Paesi, e quelli del Sud Est Europa.

Il nuovo impianto fornirà all’Albania energia di base a costi competitivi e contribuirà in misura decisiva a bilanciare il mix di produzione del Paese oggi quasi completamente rappresentato da energia di fonte idroelettrica.

Economico | dicembre, 03 2007

1522534-1_PDF-1.pdf

PDF (0.05MB)DOWNLOAD