DAL CDA PIENO SUPPORTO ALL AD FULVIO CONTI. ENEL: PIENA COLLABORAZIONE AGLI INQUIRENTI SUL CASO WIND. FULVIO CONTI: OPERAZIONE ALLA LUCE DEL SOLE

Published on venerdì, 29 febbraio 2008

Roma, 28 febbraio 2008 - Il Consiglio di Amministrazione di Enel ha espresso totale solidarietà, fiducia e pieno supporto all’Amministratore Delegato Fulvio Conti, e ha ribadito il convinto apprezzamento per il suo operato.

Enel sta dando piena collaborazione agli inquirenti nell’indagine avviata da tempo relativa alla cessione di Wind, sulla quale, a seguito degli articoli stampa apparsi lo scorso anno, sono stati espletati anche gli appropriati accertamenti da parte dell’Audit interno.

L’Enel ricorda che fin dal 2002 aveva annunciato ai mercati la volontà di rifocalizzarsi sul business dell’energia e nell’espansione internazionale, proponendo la cessione di Wind a valori di mercato comunque non inferiori a valutazioni equivalenti a quelle determinate dal precedente riacquisto delle partecipazioni di minoranza da France Telecom.
All’inizio del 2005 sono pervenute alcune manifestazioni d’interesse che si sono tramutate in due offerte competitive che hanno poi portato alla vendita di Wind alla Weather SpA, che ha formulato l’offerta più elevata anche comprovata da pareri esterni acquisti dal Consiglio di Amministrazione.

La vendita di Wind è quindi avvenuta sulla base di un confronto tra offerte concorrenti improntato a criteri di competitività, trasparenza e non discriminazione tra gli offerenti e nel pieno rispetto della normativa.

In riferimento all’ipotesi di corruzione, Enel precisa che la società non ha dato mandati di consulenza ad alcuno, ad eccezione dell’assistenza richiesta ai suoi advisors finanziari e legali, in particolare Morgan Stanley, Merrill Lynch e Studio Chiomenti, cui sono state pagate commissioni di rito peraltro assai limitate.

Enel conferma, infine, di essere a disposizione come sempre dell’Autorità Giudiziaria per gli ulteriori approfondimenti che dovesse richiedere.

L’Amministratore Delegato Fulvio Conti, ha dichiarato: “Non ho nulla da nascondere e rimango determinato a fare chiarezza sull’estraneità di Enel e mie personali all’ipotesi d’indagine. L’operazione di vendita di Wind è avvenuta alla luce del sole ed è stata sottoposta a tutti i controlli interni ed esterni, ed è stata apprezzata dai mercati finanziari. Sono a disposizione delle Autorità giudiziarie per chiarire ogni loro dubbio. Confido in una sollecita definizione delle indagini avviate da circa un anno, anche nell’interesse di Enel, che attraversa un momento di forte crescita internazionale e di rafforzamento della sua leadership di mercato”.

Economico | febbraio, 29 2008

1530527-2_PDF-1.pdf

PDF (0.05MB)DOWNLOAD