ENEL FIRMA CON LA BANCA EUROPEA PER LA RICOSTRUZIONE E LO SVILUPPO (EBRD) UN ACCORDO PER LA CESSIONE DI UNA PARTECIPAZIONE DI MINORANZA IN OGK-5

Published on mercoledì, 7 maggio 2008

In base all’accordo la controllata Enel Investment Holding B.V. cederà a EBRD una partecipazione del 4,1% circa di OGK-5 per un corrispettivo di circa 175 milioni di euro.

Roma/Mosca, 7 maggio 2008 – E’ stato stipulato in data odierna l’accordo tra Enel Investment Holding B.V. (EIH, società di diritto olandese il cui capitale risulta interamente posseduto da Enel S.p.A.) e la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (EBRD) avente ad oggetto la cessione a quest’ultima da parte di EIH di una partecipazione di minoranza pari al 4,1% circa del capitale della società di generazione elettrica russa OAO OGK-5 (OGK-5), per un corrispettivo di circa 175 milioni di euro al cambio attuale euro/rublo.

Si ricorda che, per effetto dell’offerta pubblica di acquisto (OPA) obbligatoria promossa sull’intero capitale di OGK-5, EIH risulta attualmente titolare del 59,88% del capitale di tale società.

Il corrispettivo per la cessione del 4,1% circa del capitale di OGK-5 a EBRD è stato fissato applicando un prezzo unitario identico a quello dell’OPA effettuata da EIH su OGK-5 (pari a 4,4275 rubli per azione).

A seguito della cessione della partecipazione in OGK-5 oggetto dell’odierno accordo con EBRD, EIH rimarrà titolare del 55,8% circa del capitale di OGK-5, ossia di una quota idonea a garantirle l’effettivo controllo di tale società attraverso la possibilità di designare la maggioranza dei componenti il consiglio di amministrazione.

In data odierna le parti hanno stipulato anche i patti parasociali, che confermano l’impegno di EIH a trasferire ad OGK-5 le best practices internazionali in materia di tutela ambientale ed a fare applicazione al contempo di principi di corporate governance rispettosi delle minoranze azionarie di OGK-5.

EBRD risulta già titolare di una partecipazione dell’1,1% del capitale di OGK-5, acquisita nel novembre 2006 in occasione dell’offerta pubblica iniziale (IPO) sui mercati internazionali del capitale di tale società. L’incremento della partecipazione di EBRD in OGK-5 conseguente all’attuazione dell’odierno accordo potrà agevolare l’implementazione dei piani di EIH intesi ad allineare le performance tecnico-operative delle centrali di OGK-5 alle best practices internazionali.

OGK-5 è stata costituita nel 2004 nel contesto della riforma del settore elettrico ed è una delle sei società russe di generazione oggetto di privatizzazione, con impianti in diverse parti del Paese. OGK-5, in particolare, comprende quattro centrali termoelettriche situate nelle regioni più sviluppate e in rapida crescita:

  • una centrale alimentata a gas da 2.400 MW a Konakovskaya nella regione di Tver (Russia Centrale);
  • una centrale alimentata a gas da 1.290 MW a Nevinnomysskaya nella regione di Stavropol (Russia Meridionale);
  • una centrale alimentata a carbone da 3.800 MW a Reftinskaya nella regione di Sverdlovsk (Urali);
  • una centrale alimentata a gas da 1.182 MW a Sredneuralskaya nella regione di Sverdlovsk (Urali).

Nel corso dell’esercizio 2007, OGK-5 ha registrato ricavi per 33.465 milioni di rubli, un risultato operativo di 1.768 milioni di rubli e un risultato netto di 1.995 milioni di rubli, avendo prodotto 36,346 TWh di elettricità.

  

Economico | maggio, 07 2008

1554297-1_PDF-1.pdf

PDF (0.06MB)DOWNLOAD