TERMOELECTRICA, E.ON ED ENEL FIRMANO UN ACCORDO PER REALIZZARE UNA NUOVA CENTRALE A CARBONE IN ROMANIA

Published on mercoledì, 18 giugno 2008

Sarà un impianto a carbone da 800 MW, ad alto rendimento, in linea con gli standard europei sulle emissioni, predisposto per la tecnologia della cattura e sequestro della CO2.

Neptun (Romania), 18 giugno 2008 – La società di Stato romena Termoelectrica e il consorzio formato dalla società tedesca E.ON Kraftwerke e dalla società italiana Enel SpA hanno firmato oggi un Memorandum of Understanding (MoU) per avviare il progetto di costruzione di una nuova centrale termoelettrica da 800 MW alimentata a carbone nel sito produttivo di Braila. Il progetto, che sarà portato avanti da una joint venture tra le parti, utilizzerà anche gli asset dell’esistente centrale di Braila.

Secondo il Memorandum, nell’ambito dello studio di fattibilità, verranno condotte una valutazione indipendente sugli asset esistenti di Termoelectrica e un’analisi delle caratteristiche e dei costi del nuovo impianto. In base ai risultati dello studio, che è previsto venga completato per la fine del 2008, le parti decideranno come procedere alla realizzazione del progetto.

Termoelectrica conferirà alla joint venture gli asset della esistente centrale di Braila di sua proprietà, mentre il consorzio formato da E.On ed Enel contribuirà con il capitale necessario all’investimento; il consorzio avrà la maggioranza delle azioni della joint venture, mentre le dimensioni della quota di minoranza di Termoelettrica saranno determinate sulla base del valore degli asset conferiti.

Il Memorandum, inoltre, fissa le fasi e le attività che dovranno essere completate fino al momento della registrazione presso la Camera di Commercio. Sono state anche fissate le scadenze e le rispettive responsabilità per ogni fase.

Il MoU conferma le volontà delle tre società di intraprendere questo progetto, che una volta realizzato potenzierà il sistema di produzione di elettricità romeno, fermo da molti anni. Il progetto contribuirà alla nascita di una nuova tipologia di impianti di generazione in Romania e avrà un impatto positivo sullo sviluppo economico della regione di Braila. L’impianto utilizzerà le più moderne tecnologie e sarà pienamente in linea con gli standard ambientali dettati dalla Unione Europea: grazie alla sua efficienza, avrà un rendimento vicino al 46%, riducendo le emissioni di anidride carbonica (CO2). Inoltre, l’impianto sarà compatibile con la tecnologia di cattura e sequestro della CO2.

 

Termoelectrica S.A. è un’importante società di generazione termoelettrica della Romania. Assieme alle sue controllate, copre circa il 17% del mercato romeno. Oggi Termoelectrica assicura il teleriscaldamento in cinque città nelle quali, escludendo la municipalità di Bucarest, è anche proprietaria del network di distribuzione. La struttura di Termoelectrica è composta da tre controllate che si occupano di generazione (SC Electrocentrale Bucuresti SA; SC Electrocentrale Deva SA; SC Electrocentrale Galati SA), 12 controllate che si occupano di manutenzione e riparazioni e 4 filiali con impianti di generazione (Braila, Doicesti, Borzesti e Paroseni).

Economico | giugno, 18 2008

1558665-1_PDF-1.pdf

PDF (0.06MB)DOWNLOAD