JOINT VENTURE DI CUI FA PARTE ENEL SI AGGIUDICA UNA LICENZA DI ESPLORAZIONE OFFSHORE IN EGITTO

Published on mercoledì, 13 maggio 2009

Nuovo passo in avanti nella strategia internazionale di Enel che punta a costruire una presenza verticalmente integrata in grado di garantire accesso diretto alle fonti di approvvigionamento.

Roma, 13 Maggio 2009 – Enel annuncia di aver ottenuto l’assegnazione di una licenza di esplorazione nell’area offshore antistante il Delta del Nilo in joint venture con Total, ottenuto nell’ambito dell’International Bid Round 2008 indetto dalla compagnia di Stato egiziana EGAS. Total avrà il 90% della joint venture e sarà operatore del progetto, mentre Enel avrà il 10%.

La licenza riguarda il blocco El Burullus che copre una superficie di 2.516 chilometri quadrati, situata a circa 70 chilometri dalla costa in acque di profondità compresa tra i 100 e i 1.600 metri.

Il contratto prevede una fase iniziale di esplorazione di quattro anni, durante i quali saranno acquisiti dati geofisici (sismica 3D) e perforati  alcuni pozzi.

Questa iniziativa è parte della strategia internazionale di Enel che punta a costruire una presenza verticalmente integrata in grado di garantire accesso diretto alle fonti di approvvigionamento strategiche.

Enel è inoltre impegnata a intensificare la cooperazione con EGAS nell’ambito di un accordo di cooperazione firmato nel 2008 nel settore del gas naturale, con particolare attenzione alla filiera del GNL.

Infine, grazie ad un accordo firmato ieri tra i governi italiano ed egiziano, Enel avvia una nuova fase di cooperazione con il ministero egiziano dell’Energia e dell’Elettricità e con EEHC, l’operatore elettrico egiziano, nei settori dell’efficienza energetica e della generazione da fonte rinnovabile.

Generale | maggio, 13 2009

1611564-2_PDF-1.pdf

PDF (0.04MB)DOWNLOAD