COMUNE DI ROMA E ENEL INSIEME PER LA MOBILITA SOSTENIBILE

Published on mercoledì, 30 settembre 2009

Centocinquanta punti di ricarica intelligenti per gli automobilisti romani che si “candideranno” per il pilot test dell’auto elettrica nella Capitale, la prima a partire in Italia, con un progetto all’avanguardia a livello mondiale

Roma, 30 settembre 2009 - Parte da Roma il sogno dell’auto elettrica in Italia – il progetto “E-mobility Italy” -  grazie al protocollo d’intesa firmato oggi dal Sindaco del Comune di Roma, Gianni Alemanno, e dall’Amministratore delegato e Direttore generale di Enel, Fulvio Conti. Un accordo che consentirà alla Capitale di realizzare, per prima in Italia, una rete di ricarica elettrica intelligente: 150 punti dislocati in tutta la città, di cui almeno 100 saranno a disposizione di tutti i cittadini in luoghi pubblici, mentre i restanti 50 saranno a uso privato.

Un prezioso apporto per migliorare la qualità della vita nella capitale e perché Roma possa dare un ulteriore e valido contributo per abbattere l’inquinamento, atmosferico ed acustico. In base a stime Enel, se almeno il 15% delle auto circolanti nella città fossero elettriche,  si risparmierebbero più di 260 mila tonnellate di CO2 all’anno, il gas serra ritenuto il principale responsabile del cambiamento climatico, e si avrebbe una forte riduzione anche delle sostanze inquinanti.
        
Per questo il Comune di Roma ha deciso di promuovere soluzioni e sistemi per la mobilità sostenibile e, in particolare, per la mobilità elettrica. Un settore, quest’ultimo, che offre la possibilità di numerose applicazioni a livello cittadino: mobilità privata su due e quattro ruote, trasporto pubblico, logistica e gestione delle flotte.
Lo scopo  del protocollo firmato oggi non è, dunque, solo quello di implementare il servizio di ricarica elettrica esistente (11 stazioni, 40 colonnine, equivalenti a 96 punti di ricarica gratuita per scooter e autovetture), installando una rete di supporto all’utenza privata che prediliga l’uso di veicoli ecologici, ma è anche quello di promuovere, nel tempo, l’espansione del servizio nell’ambito del trasporto pubblico non convenzionale (car sharing) e per l’attuazione di soluzioni dedicate agli spostamenti casa lavoro.
        
La possibilità di utilizzo delle colonnine di ricarica elettrica nella Capitale inizierà a settembre 2010, dopo l’opportuna ubicazione, studiata per gli automobilisti romani da Enel e dagli uffici tecnici dell’Atac - agenzia per la mobilità del Comune di Roma - sulla base delle caratteristiche urbanistiche della città, delle esigenze degli utilizzatori, dei flussi di traffico cittadini, delle regole di mobilità vigenti, della specificità dei mezzi dedicati al trasporto pubblico.

Grazie a questa fase sperimentale e alle indicazioni ricevute, Enel realizzerà un sistema avanzato di servizio, in grado di soddisfare le reali esigenze degli automobilisti, rendendo così finalmente possibile lo sviluppo e l’utilizzo di veicoli elettrici e di infrastrutture di ricarica all’avanguardia, che verranno sperimentati nel progetto pilota. Il sistema, ideato per permettere la ricarica del veicolo sia in ambito domestico (garage) che pubblico, con la massima  comodità e convenienza per gli utilizzatori, è basato sull'innovativo sistema di telegestione della rete che, unico al mondo, ha visto l'installazione presso i clienti della Società elettrica di 32 milioni di contatori elettronici in Italia.

Generale | settembre, 30 2009

1622612-2_PDF-1.pdf

PDF (0.07MB)DOWNLOAD