ENEL: EFFETTUATA UN EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI PER UN CONTROVALORE COMPLESSIVO DI 6,5 MILIARDI DI EURO. LA DOMANDA E STATA PARI A OLTRE 28 MILIARDI DI EURO

Published on giovedì, 10 settembre 2009

Roma, 10 settembre 2009 – Enel S.p.A. (rating A-/A-2 per S&P’s, A2/P-1 per Moody’s, A-/F-2 per Fitch), attraverso la sua controllata Enel Finance International S.A., ha lanciato in data odierna sul mercato internazionale – in esecuzione di quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione della stessa Enel S.p.A. in data 30 luglio 2009 –  un’emissione obbligazionaria multi-tranche destinata a investitori istituzionali e denominata in euro e in sterline inglesi (pounds) per un controvalore complessivo di oltre 6,5 miliardi di euro, nell’ambito del programma di Global Medium Term Notes recentemente rinnovato.

L’operazione, guidata da un sindacato di banche composto da BNP Paribas e Deutsche Bank (nella qualità di global coordinators e di joint bookrunners) e da Barclays Capital, BBVA, Calyon, Royal Bank of Scotland, Banco Santander e Société Générale (nella qualità di joint bookrunners), ha raccolto stamane in meno di un’ora adesioni pari a un controvalore complessivo di oltre 28 miliardi di euro ed è strutturata nelle seguenti quattro tranches (tutte garantite da Enel S.p.A.):

­ 1.500 milioni di euro a tasso fisso 4,00% con scadenza 2016;
­ 2.500 milioni di euro a tasso fisso 5,00% con scadenza 2022;
­ 850 milioni di pounds a tasso fisso 5,625% con scadenza 2024;
­ 1.400 milioni di pounds a tasso fisso 5,75% con scadenza 2040.

In particolare le due tranches in sterline rappresentano la più grande emissione corporate mai fatta in questa divisa.

Si prevede che tutte le tranches sopra indicate vengano quotate nei prossimi giorni presso la Borsa di Dublino.

Fulvio Conti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel ha così commentato: “Un eccezionale successo che testimonia l’apprezzamento degli investitori istituzionali per i positivi risultati della strategia di crescita internazionale e di rafforzamento finanziario che abbiamo perseguito. Le obbligazioni emesse serviranno ad allungare la scadenza media dell’indebitamento consolidato di Enel e a diversificare le fonti di finanziamento. Stiamo valutando l’opportunità di effettuare nei prossimi mesi anche una emissione riservata agli investitori istituzionali statunitensi e un’altra in Italia destinata al mercato retail”.

Economico | settembre, 10 2009

1621424-1_PDF-1.pdf

PDF (0.04MB)DOWNLOAD