ENEL PREMIA I VINCITORI DEL CONCORSO PLAYENERGY 2009

Published on mercoledì, 24 febbraio 2010

Un grande evento a Roma per premiare i vincitori del concorso che Enel dedica alle scuole italiane ed estere di ogni ordine e grado. Presente il Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni.

Roma, 24 febbraio 2010 - I vincitori del concorso internazionale PlayEnergy 2009 sono stati premiati oggi a Roma del Presidente di Enel Piero Gnudi e dall’Amministratore delegato e Direttore generale Fulvio Conti, alla presenza del Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni.

Anche quest’anno le scuole hanno aderito con entusiasmo al progetto: 446.000 studenti e più di 7.400 istituti italiani ed esteri coinvolti; 112.000 ragazzi hanno partecipato al concorso realizzando più di 3.000 progetti.  Le giurie regionali ne hanno selezionati 163 che sono stati sottoposti al giudizio della Giuria Nazionale.

Con PlayEnergy, Enel rinnova il suo impegno verso i giovani promuovendo la diffusione di una conoscenza e di una coscienza energetica, coinvolgendo bambini e ragazzi nella scoperta del mondo dell’energia e della scienza. Gli studenti di Italia, Bulgaria, Cile, Costa Rica, Grecia, Guatemala, Panama, Romania, Russia, Slovacchia e Stati Uniti sono stati chiamati a mettere alla prova le loro capacità creative e progettuali sul tema Cercasi Eco-idee per la tua città. I ragazzi si sono sfidati nel trovare soluzioni efficaci per migliorare la qualità della vita e promuovere un utilizzo intelligente dell’energia elettrica nei luoghi in cui vivono, trasformando le città in modelli di efficienza energetica e di risparmio a beneficio dell’ambiente e della collettività.

“La grande partecipazione a PlayEnergy – ha affermato il ministro della Gioventù Giorgia Meloni – conferma quanto sia diffusa tra i ragazzi la consapevolezza dell’importanza del risparmio energetico e della sua positiva influenza sull’ambiente che ci circonda. E’ grazie ad iniziative come questa che scopriamo come i giovani di ogni parte del mondo parlino un linguaggio comune quando si tratta di affrontare tematiche che riguardano non solo il loro futuro, ma quello dell’intera collettività”.

“Il progetto PlayEnergy dimostra come il tema dell’energia può avvicinare le nuove generazioni di diverse nazionalità, superando i confini geografici – ha sottolineato l’AD Fulvio Conti – Crediamo sia necessario continuare a sensibilizzare i giovani, ai quali è affidato il futuro del mondo, sui temi dello sviluppo sostenibile, dell’efficienza energetica e del valore della ricerca scientifica per diffondere sempre più la cultura di un uso attento e consapevole del “bene” energia”.

Il grande evento finale di Roma rappresenta una vera e propria occasione di incontro e di scambio tra tutti i partecipanti a PlayEnergy: è stata infatti premiata anche una rappresentanza degli studenti stranieri che hanno aderito al progetto.

I VINCITORI ITALIANI
Per la scuola primaria hanno vinto le classi 2°A-2°B del Circolo I Grazia Deledda di Carbonia (CA) seguite dalle docenti Anna Maria Carboni e Anna Etzi con il progetto “L’ecoscuola”. Il secondo posto è stato assegnato alle classi 2°-3° sezione unica della scuola Voltri 2 di Genova, che hanno presentato il progetto “Un ritratto per Voltri”, coordinato dalla professoressa Luisa Ratto. Terza classificata la classe 4°A dell’insegnante Anna Maria Alonzo dell’Istituto Comprensivo F. Nicolini di Via Marco Aurelio Severino di Napoli che ha presentato il lavoro intitolato “Non sprechiamo le energie”.
Inoltre per questa categoria sono state menzionate le classi 4° sezione unica della Scuola di Bargazza (BO), seguita dalla professoressa Anna Maria Giovanelli, che ha proposto il progetto intitolato “L’energia silenziosa”, la pluriclasse di Boccioleto (VC) che, capitanata dai docenti Antonella Saresini e Mathias Micanolo, ha presentato il progetto “Villaggio Walser” e la classe 5°C TP con l’elaborato “Il futuro siamo noi” coordinati dall’insegnante Lucia De Donno.

Per la categoria XL - scuola secondaria di primo grado - si è aggiudicato il primo posto il progetto “Ai confini di un condominio” realizzato dalle classi 2°A-B della Scuola Media Alessandro Manzoni di Montefiascone (VT), coordinate dalle professoresse Laura Mascioli e Federica Revoltella. Seconda classificata la Scuola Teseo Tesei di Livorno con la classe 2°G della docente Maria Cristina Pasquini con “O’ Sole mio”. Sul terzo gradino del podio la 2°E dell’insegnante Annunziata Mirella Bellavista della Scuola Don Giovanni Minzoni di San Pietro Vernotico (BR) che ha presentato il progetto “Noi giovani, educatori di risparmio energetico”. Per questa categoria la menzione speciale è andata a “Dream House”, l’elaborato presentato dalla 3°A dell’Istituto comprensivo di Castel di Casio (BO) guidata da Stefania Agostini.

La classe Gruppo Arca dell’I.T.I. Antonio Bernocchi di Legnano (MI) è stata dichiarata vincitrice per le scuole secondarie di secondo grado – categoria XXL - con il progetto “Lo scalino energetico” coordinato dal professore Francesco Lauricella. Medaglia d’argento per l’I.P.S.I.A. Cristoforo Colombo di Porto Tolle (RO) con “Convivenza pulita” realizzato dalle classi 3°A OE, 4°A TIEL, 3°B OM, 4°B TIM del docente Maurizio Bruciaferri. Il terzo posto va al progetto “Impianto fotovoltaico per l’ospedale di Foligno” della 5° B seguito dal professor Crispoldo Nalli dell’ I.T.I. Ten. Leonardo da Vinci di Foligno (PG).
La Giuria ha ritenuto meritevoli di menzione la classe 3°A del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Riccia (CB) che ha realizzato il lavoro intitolato “Riccia si fa bella” grazie all’aiuto del professor Michele Campanaro e le classi 3°S, 4°B, 4°B ARTE, 3°T dell’Istituto d’arte Diego Bianca Amato di Cefalù (PA), dei professori Giovanna Cascio e Giovanni Ballistreri, che hanno proposto “Il seminario dell’energia”.

Sono stati premiati anche i ragazzi del Liceo Scientifico "Pasquale S. Mancini" di Avellino (AV) che, guidati dall’ insegnante Francesco Masi, hanno vinto la terza edizione del Master PlayEnergy con la tesi “Acqua…un bene prezioso”.

L’iniziativa dà agli studenti delle IV e V superiori l’opportunità di affacciarsi al mondo dell’università per approfondire le tematiche di interesse scientifico. Per gli studenti vincitori che decideranno di iscriversi a una facoltà scientifica è previsto il rimborso della tassa di iscrizione al 1° anno, fino a un importo massimo di 2.000 euro.

I PREMI
Enel ricompensa l’impegno e la creatività degli studenti, dei docenti e delle scuole con interessanti premi, console Nintendo, computer didattici, lettori DVD portatili, Music Toys Lovemytime, dizionari elettronici, lampade di design e week-end in una capitale europea. Inoltre, a testimonianza di un impegno costante verso il mondo della scuola, il primo istituto classificato a livello nazionale, per ciascuna delle categorie, si è aggiudicata l’installazione di un impianto fotovoltaico della potenza di 2 kW (è previsto un finanziamento di 6.000 euro per le scuole che non avessero i requisiti tecnici necessari per l’installazione). Al secondo e terzo classificati andranno invece finanziamenti rispettivamente di 3.500 e 1.500 euro.

I VINCITORI DI BULGARIA, SLOVACCHIA, RUSSIA, ROMANIA E PANAMA
Per la Bulgaria si è aggiudicata il primo premio della categoria XXL la classe 10° della scuola PMG Nikola Obreshkov di Kazanlak che, guidata dall’insegnante Penka Tundareva, ha presentato il progetto “Sole, vento, acqua – i nostri tesori e la nostra salvezza”. La medaglia d’oro per la Romania, categoria XXL, è andata al progetto “Campagna per il risparmio energetico” presentato dalle classi 9°-10° del Liceo Teoretic Dimitrie Bolintineanu di Bucarest, coordinata da Steliana Petcu.
In Slovacchia, il Gymnázium - Giraltovce è stato dichiarato vincitore nella categoria XXL grazie al progetto “Educazione (eco)logica” realizzato dalla classe 7° con l’aiuto dell’insegnante Eva Ba?kayová.
Il primo gradino del podio per la Russia va invece alla 10°A della Scuola n°1 - Regione di Stavropol, Nevinnomyssk che ha gareggiato nella categoria XXL con il progetto “Campeggio ecologico” seguito dalle professoresse Valentina Sukhova, Aleksey Karanin. Infine, il miglior progetto della categoria L fra le scuole di Panama è stato giudicato il “Parco giochi Bella Vista” presentato dalla Escuela Gualaca Centro di Gualaca a Chiriqui accompagnata dal docente Juan Avila.

Generale | febbraio, 24 2010

1629810-2_PDF-1.pdf

PDF (0.08MB)DOWNLOAD