ENEL E L ARTISTA JAIME HAYON PRESENTANO SMART GRID GALLERY PER INTERNI THINK TANK AL FUORISALONE 2010

Published on martedì, 13 aprile 2010

Da oggi al 25 aprile, presso i Cortili dell’Università degli Studi di Milano, sarà esposta l’installazione con cui il designer spagnolo interpreta un mondo immaginario fatto di simboli e forme organiche, per ridisegnare un nuovo sistema di connessioni energetiche.

Roma, 13 aprile 2010 – Enel torna protagonista alla settimana del design milanese con la “Smart Grid Gallery”. Dopo il “Diamante - Energia senza fine” dell’architetto Michele De Lucchi del 2009, le reti intelligenti - uno dei progetti più innovativi nel settore energetico - sono l’ispirazione dell’installazione di Jaime Hayon che vuole rendere più umana e comprensibile una tecnologia complessa come quella delle smart grids per Interni Think Tank.
L’evento - realizzato dalla rivista Interni in partnership con Enel in occasione del FuoriSalone 2010 – si terrà da oggi al 25 aprile, presso i Cortili dell’Università degli Studi di Milano.

Le immagini della Smart Grid Gallery e di Interni Think Tank verranno proiettate nei giorni del Salone del Mobile anche su uno schermo posizionato sul "Muro Verde" di Enel, il giardino verticale di Corso di Porta Ticinese, simbolo dell'impegno dell'azienda sul fronte delle energie rinnovabili.
Il Muro Verde è un innovativo progetto di riqualificazione urbana: 400 piante “nutrite” esclusivamente dall'energia del sole grazie ai pannelli fotovoltaici che dal 2008 hanno prodotto oltre 1750 kWh di energia elettrica.

Interni Think Tank è un evento che vuole proporre una riflessione sul bisogno di rinnovamento e sui mutamenti dei valori nel nuovo millennio, con l’apporto di progettisti internazionali, attraverso installazioni sperimentali.
In questo contesto, Enel intende testimoniare il proprio impegno tecnologico per realizzare la rete elettrica del futuro, e lo trasforma, insieme a Jaime Hayon, in un’opera d’arte contemporanea sull’energia.

La visione classica di rete elettrica è in una fase di superamento. Non più solo linee, interruttori, trasformatori, ma anche elettronica, informatica e comunicazione.
Con l'ampliarsi della generazione distribuita da fonti rinnovabili, anche in ambito domestico, cresce sempre più l’esigenza di una rete in grado di accogliere l’energia prodotta da acqua, sole, vento e calore della terra e di dialogare con le nuove figure dei “prosumer”, cioè i produttori consumatori. 
Le Smart Grids sono reti intelligenti che, in un futuro non troppo remoto, come internet per le informazioni, permetteranno a tutti di interagire e di scambiarsi l’energia, aumentando l’efficienza e favorendo la diffusione di fonti rinnovabili.

Grazie all’implementazione di progetti innovativi come il Telegestore, che rappresenta l'ossatura fondamentale per lo sviluppo delle Smart Grids, Enel ha acquisito una leadership tecnologica riconosciuta a livello internazionale basata sull’installazione in Italia – caso unico al mondo – di oltre 32 milioni di contatori elettronici presso i propri clienti.

Ma Enel non si ferma qui. Come coordinatore di progetti europei di ricerca, sviluppo e dimostrazione sulle Smart Grids sta rafforzando ulteriormente la leadership in questo campo per garantire i massimi benefici per il sistema elettrico del paese, per il cliente finale e per le aziende elettriche.

Enel e l’innovazione
Enel è un gruppo internazionale che opera in 23 Paesi con un impegno crescente nell’innovazione tecnologica a sostegno dell’ambiente. Un terzo della sua capacità installata delle centrali è alimentato da acqua, sole, vento e calore della terra. La Ricerca Enel propone progetti innovativi che promuovono un’applicazione diffusa delle fonti rinnovabili e sostengono la loro competitività economica: dalla mobilità elettrica all’illuminazione pubblica, dalle reti intelligenti a sistemi industriali per implementare centrali sempre più efficienti e rispettose dell’ambiente.