ENEL FIRMA UN MEMORANDUM OF UNDERSTANDING CON IL MINISTERO EGIZIANO DEL PETROLIO

Published on martedì, 18 maggio 2010

- Oggetto dell’accordo, la cooperazione nei progetti upstream del gas per sviluppare nuove risorse a beneficio del mercato interno e di potenziali esportazioni.

Roma, 18 maggio 2010 – Enel, rappresentata da Massimo Sciancalepore, Responsabile Business Development, Direzione Upstream Gas e il Ministero del Petrolio della Repubblica Araba di Egitto, rappresentato da S.E. Ashraf Rashed, Ambasciatore della Repubblica Araba d’Egitto a Roma, hanno firmato oggi un accordo di cooperazione finalizzato a rafforzare le storiche relazioni strategiche tra Enel e la Egyptian Natural Gas Holding Company (EGAS) avviate fin dal 2008.

Riconoscendo che il coinvolgimento di società internazionali avrà un effetto positivo sull’ulteriore sviluppo del settore del gas egiziano, Enel e il Ministero egiziano del Petrolio coopereranno per identificare nuove aree da esplorare e per valutare opportunità per Enel di accedere a nuove concessioni, dopo quella nel Delta del Nilo ottenuta con Total nel maggio dello scorso anno.

In particolare, Enel potrà partecipare alle prossime tornate di offerte per nuove aree di esplorazione per il petrolio e il gas e per operare in aree di concessione esistenti sia con gli attuali concessionari sia subentrando a essi. Inoltre, Enel ed EGAS hanno recentemente concordato di estendere la loro cooperazione al settore del Gas Naturale Liquefatto per portare avanti le attività già individuate dai rispettivi gruppi di lavoro e per condurre congiuntamente studi, scambi di informazioni e negoziati con le terze parti coinvolte e con le Autorità interessate.

Enel è attiva sul mercato egiziano con un ulteriore Memorandum of Understanding firmato nel 2009 con la Electricity Egyptian Holding Company (EECH), finalizzato al miglioramento del parco di generazione termoelettrica del Paese e allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Il Memorandum prevede che Enel fornisca a EEHC supporto tecnologico per incrementare l’efficienza degli impianti, introducendo sistemi avanzati di manutenzione e nuovi programmi di formazione per il personale, e dia la sua collaborazione per favorire lo sviluppo in Egitto di nuovi sistemi di generazione da fonti rinnovabili, in particolare, per esplorare le potenzialità del solare a concentrazione.

Il Ministero egiziano dell’Elettricità e dell’Energia, da parte sua, si è impegnato a fornire assistenza a Enel, promuovendo la cooperazione con le amministrazioni locali, i centri di ricerca e le utilities del Paese.

Il 13 maggio 2009, Enel, con Total, ha ottenuto la concessione per sviluppare attività esplorative nel Blocco 4, nell’offshore di fronte al Delta del Nilo. L’accordo per la condivisione della produzione è stato firmato tra le parti il 16 febbraio di quest’anno.

Generale | maggio, 18 2010

1631328-2_PDF-1.pdf

PDF (0.05MB)DOWNLOAD