ENEL CUORE DONA IL VILLAGGIO DI OSCHIRI ALLA ONLUS ORIZZONTI DI SPERANZA

Published on sabato, 26 marzo 2011

Nella struttura sarà realizzato un centro di recupero per giovani in difficoltà. Il Presidente di Enel, Piero Gnudi ha consegnato le chiavi della struttura a Don Luigi Delogu, Presidente di Orizzonti di Speranza. Cerimonia in Vaticano, alla presenza del Segretario di Stato, Cardinal Tarcisio Bertone.

>> FOTO: La cerimonia di consegna in Vaticano


Roma, 26 marzo 2011 –

Enel Cuore dona alla Onlus Orizzonti di Speranza il villaggio di Oschiri, dove verrà realizzato un centro di accoglienza giovanile. Oggi in Vaticano, alla presenza del Segretario di Stato, Cardinal Tarcisio Bertone, il Presidente di Enel e di Enel Cuore, Piero Gnudi, ha consegnato le chiavi della struttura situata nella provincia di Olbia-Tempio a Don Luigi Delogu, presidente dell’Associazione Orizzonti di Speranza.

Il complesso sarà adibito a centro di accoglienza e di riabilitazione residenziale per giovani che vivono in condizioni di disagio, con problemi di dipendenza, psicologici o penali. Il progetto del villaggio di Oschiri, promosso dall’Associazione “Orizzonti di Speranza”, è stato valutato positivamente da Enel Cuore Onlus che ne ha riconosciuto la validità per il territorio sardo, dove ad oggi ci si affida a strutture extra regionali nel 65% dei casi.

Il villaggio, costituito da 24 villini unifamiliari su due piani, da una sala che fungeva da cinema, una palazzina polivalente di 3 livelli e una struttura che veniva utilizzata come edificio scolastico è nato negli anni ‘50 ed è stato abitato sino agli anni ’90 dalle famiglie dei dipendenti Enel occupati nella adiacente centrale idroelettrica del Coghinas.

La struttura, adeguatamente ammodernata, permetterà l’accoglienza residenziale di circa 160 giovani, che seguiranno specifici programmi innovativi di ricostruzione integrale della persona, con interventi psico-pedagogici, umani e spirituali.

Oschiri ha le potenzialità per essere un punto di riferimento nelle attività di

prevenzione del disagio sociale in tutta la Regione. L’area del villaggio e le superfici di pertinenza, sono particolarmente indicate per l’attuazione di programmi pedagogici e riabilitativi con esperienze di vita familiare e lavorative. E’ infatti possibile l’utilizzo agricolo dei terreni (produzione orticola e vitivinicola, allevamento di animali domestici), e vi sono strutture utilizzabili per la qualificazione professionale (artigianato, falegnameria, restauro), nonché per programmi educativi artistico-culturali e attività sportive.

 Enel Cuore Onlus

Enel Cuore è la Onlus di Enel nata nel 2003 con lo scopo di dar vita a iniziative di solidarietà sociale in Italia e all’estero. Gli interventi che promuove l’Associazione in partnership con altre associazioni, organizzazioni non governative, istituzioni e con il mondo del volontariato, hanno un carattere tangibile, concreto, misurabile e si inquadrano in aree specifiche quali: l'assistenza sociale e socio-sanitaria, l’accoglienza dei soggetti svantaggiati, in particolare i bambini e gli anziani; l’educazione, attraverso la costruzione di scuole e centri di formazione nei paesi in via di sviluppo. Un'attenzione speciale va alle persone disabili, a favore delle quali Enel Cuore sostiene progetti di socializzazione e di integrazione soprattutto attraverso lo sport. Dal 2004 ad oggi Enel Cuore ha devoluto circa 40 milioni di euro e realizzato 431 progetti in Italia e all'estero.


Orizzonti di Speranza
L’Associazione “Orizzonti di Speranza Onlus”, nata grazie all’incoraggiamento di Monsignor Sergio Pintor, Vescovo di Ozieri, e alla disponibilità di un gruppo di giovani e di alcuni sacerdoti, è impegnata a promuovere un Progetto di Accoglienza, Accompagnamento e Reinserimento per giovani che attualmente, vivono la desolante esperienza dell’emarginazione e della devianza, nelle sue molteplici forme. L’Associazione è una Onlus, si ispira ai valori del Vangelo e dell’umanesimo cristiano, è presieduta da don Luigi Delogu sacerdote della Diocesi di Ozieri e docente di Teologia Pastorale e Catechetica presso la Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna.

Generale | marzo, 26 2011

1642165-6_PDF-1.pdf

PDF (0.05MB)DOWNLOAD