ENEL: JOVANOTTI E FULVIO CONTI PREMIANO I VINCITORI DEL CONCORSO PLAYENERGY 2010

Published on lunedì, 30 maggio 2011

Un grande evento a Roma per i vincitori del concorso Enel dedicato alle scuole italiane ed estere. Jovanotti e l’AD Fulvio Conti e hanno premiato gli studenti, madrina della giornata Victoria Cabello.

Roma, 30 maggio 2011 – Jovanotti e l’Amministratore Delegato e Direttore Generale dell’Enel, Fulvio Conti, hanno premiato oggi a roma i vincitori del concorso internazionale PlayEnergy 2010. L’evento ha visto la partecipazione di oltre 300 ragazzi provenienti da tutto il mondo, accolti da Victoria Cabello, un madrina di eccezione che ha guidato la giornata.
Anche quest’anno le scuole hanno aderito numerose al progetto: sono stati coinvolti oltre 460.000 studenti di i 8.300 istituti italiani ed esteri. Tra questi, 125.000 ragazzi hanno partecipato al concorso realizzando più di 2.830 progetti. 

Con PlayEnergy, Enel rinnova da 8 anni il suo impegno verso i giovani promuovendo la diffusione di una conoscenza e di una coscienza energetica, coinvolgendo bambini e ragazzi nella scoperta del mondo dell’energia e della scienza. Gli studenti di Italia, Bulgaria, Cile, Costa Rica, Grecia, Guatemala, Brasile, Panama, Romania, Russia, Slovacchia e Stati Uniti sono stati chiamati a dimostrare capacità creative e progettuali intorno al tema Sulle Tracce dell’energia. I ragazzi si sono messi alla prova impegnandosi nello studio delle realtà energetiche di altri Paesi e hanno scoperto quali sono le fonti di energia più impiegate e quali, invece, le soluzioni più innovative per utilizzarle senza sprechi.

Un evento CO2 neutral
Il rispetto per l’ambiente e l’attenzione per le generazioni future sono alla base dell’impegno di Enel in attività di neutralizzazione dell’anidride carbonica prodotta da eventi, sponsorship e altre iniziative promosse dall’azienda. Quest’anno anche la premiazione PlayEnergy è un evento carbon neutral.
Le emissioni di anidride carbonica prodotte saranno infatti compensate dalla piantumazione in Camerun di 450 alberi da frutto, uno per ogni ragazzo premiato.
Anche se da lontano, i ragazzi potranno seguire la crescita del loro albero attraverso il sito www.co2neutral.it


I VINCITORI ITALIANI

Per la scuola primaria ha vinto la classe 5aA del Circolo I Pietro Novelli di Monreale (PA) seguita dalla docente Michela Rescica con il progetto “L’energia del Mediterraneo”. Il secondo posto è stato assegnato alle classi 2aA, 2aB della scuola Don Lorenzo Milani di Civitavecchia (RM), che hanno presentato il progetto “Notizie dal Madagascar”, coordinato dai docenti Daniela Appetecchi e Paola Ferrari. Terze classificate le classi 3a, 4a e 5a degli insegnanti Carla Girotti ed Emiliano Pregnolato della scuola Primaria di Bocasette di Porto Tolle (RO) che hanno presentato il lavoro intitolato “Energy in Wonderland”.
Menzione speciale, in  questa categoria, per le classi 5aA, 5aB, 5aC della Scuola Primaria Pilo Albertelli di Parma, seguite dalla professoressa Maria Adele Aloise, che hanno proposto il progetto intitolato “Sulle tracce dell’energia”.

Per la scuola secondaria di primo grado  si è aggiudicato il primo posto il progetto “Cubo fotovoltaico PV3” realizzato dalle classi 3aA, 3aB e 3aC dell’Istituto Giovanni Leva di Travedona Monate (VA), coordinate dal professore Bruno Molinario. Secondo classificato l’Istituto Giuseppe Romualdi di Notaresco (TE) con le classi 1aA, 2aA, 3aA e 3aB del docente Filippo Bertoni con “Samso e la casa auto-ecologica e sicura”. Sul terzo gradino del podio la 3aB degli insegnanti Sabrina Rubino e Marilisa Ficara dell’Istituto Giuseppe Ungaretti di Solarolo (RA) che ha presentato il progetto “Il Risiko Energetico”. Per questa categoria la menzione speciale è andata a “Un’oasi di vento”, l’elaborato presentato dalle classi 1aA, 2aA, 3aA della Scuola secondaria di Tula guidata da Matteo Ondradu.

La classe 4aA dell’Istituto d’Arte Duccio da Boninsegna di Siena è stata dichiarata vincitrice per le scuole secondarie di secondo grado con il progetto “Con i piedi si può” coordinato dalla professoressa Neva Pini. Medaglia d’argento per l’I.T.I. Enrico Fermi di Siracusa con “Il futuro del Nucleare in Italia e in Europa” realizzato dalla classe 5aB dei docenti Eva Zanotti e Mario Caccamo. Il terzo posto va al progetto “Energia per condividere uno sviluppo sostenibile” delle classi 4aAE, 5aAE, 5aBE seguite dal professor Almerindo Capuani dell’I.T.I. Emilio Alessandrini di Teramo.
La Giuria ha ritenuto meritevole di menzione la classe 1aB del Liceo Artistico Edgardo Simone di Brindisi che ha realizzato il lavoro intitolato “Coltiviamo l’energia” grazie all’aiuto della professoressa Elisabetta Dassisti.

Sono stati premiati anche i ragazzi del Liceo Scientifico Tecnologico A. Meucci di Massa Carrara che, guidati dall’insegnante Andrea Farusi, hanno vinto la quarta edizione del Master PlayEnergy con la tesi “Pianificazione del territorio e riduzione delle emissioni”.
L’iniziativa dà agli studenti delle IV e V superiori l’opportunità di affacciarsi al mondo dell’università per approfondire le tematiche di interesse scientifico. Per gli studenti vincitori che decideranno di iscriversi a una facoltà scientifica è previsto il rimborso della tassa di iscrizione al 1° anno, fino a un importo massimo di 2.000 euro.

I PREMI
Enel riconsoce l’impegno e la creatività degli studenti, dei docenti e delle scuole assegnando  premi ‘tecnologici’: console Nintendo, monopattini elettrici, stampanti digitali Polaroid, dizionari elettronici, lampade di design e week-end in una capitale europea. Inoltre, a testimonianza di un impegno costante verso il mondo della scuola, il primo istituto classificato a livello nazionale, per ciascuna delle categorie, si è aggiudicato l’installazione di un impianto fotovoltaico della potenza di 2 kW (è previsto un finanziamento di 6.000 euro per le scuole che non avessero i requisiti tecnici necessari per l’installazione). Al secondo e terzo classificati vanno invece finanziamenti rispettivamente di 3.500 e 1.500 euro.

I VINCITORI DI BULGARIA, SLOVACCHIA, RUSSIA, ROMANIA E PANAMA
Per la Bulgaria è stata premiata la Professional School of Construction, Architecture and Geodesy  “Lubor Bayer” di Stara Zagora con il progetto “Energia: passato, presente e futuro”, in Romania invece il premio è andato alla classe 10A del Colegiul National Mihai Viteazul di Slobozia con il progetto “Dai mulini a vento ai parchi eolici”, per la Slovacchia si aggiudica il primo posto la classe 2a della School SOŠ odevná Hrkovce di Hrkovce con l’elaborato “Eolico, vestiti eco-fashion e l’albero dell’energia”.
I vincitori per la Russia sono i ragazzi della 10aA della School ? 31 di Sredneuralsk con il progetto “Esperienze straniere di risparmio energetico”, mentre per il Costa Rica sono salite sul podio le classi 1a e 8a del Colegio Técnico Profesional Venecia di Sarapiquí con il progetto “La licuacleta”. Il primo gradino del podio per il Guatemala va all’Instituto de Educación Básica por Cooperativa Calahuaché di El Palmar, Quetzaltenango con l’elaborato “Risparmiamo energia!”. Per gli Stati Uniti sono stati premiati gli studenti della E.C. Best Elementary School in Fallon, Nevada con il progetto “Energia rinnovabile in Portogallo”.

Quest’anno ospite della premiazione anche una rappresentanza degli studenti spagnoli della scuola Virolai di Barcellona, una partecipazione che lancia una novità per il prossimo anno: l’ingresso della Spagna nella famiglia internazionale di PlayEnergy.

Generale | maggio, 30 2011

1643984-5_PDF-1.pdf

PDF (0.07MB)DOWNLOAD