IL TRIBUNALE ARBITRALE INTERNAZIONALE EMETTE LODO FAVOREVOLE A ENEL GREEN POWER SUL CASO LAGEO

Published on mercoledì, 6 luglio 2011

La decisione del Tribunale Arbitrale concernente la joint venture per lo sviluppo della geotermia in Salvador tra la società di Enel per le rinnovabili e Inversiones Energéticas (INE), crea le condizioni affinché Enel Green Power possa realizzare maggiori investimenti, favorendo lo sviluppo geotermico del Paese.

Roma  - San Salvador,  6 luglio 2011 – La Camera di Commercio Internazionale ha notificato ieri alle parti il lodo emesso dal Tribunale Arbitrale lo scorso 30 maggio a Parigi, relativo al procedimento arbitrale internazionale instaurato da Enel Green Power nei confronti di Inversiones Energéticas (INE) - suo partner nella joint venture LaGeo - al fine di veder riconosciuto il proprio diritto a finanziare gli investimenti di LaGeo imputandoli a capitale, divenendo in tal modo socio di maggioranza della società salvadoregna.

Il Tribunale Arbitrale ha riconosciuto la fondatezza del diritto di Enel Green Power a realizzare maggiori investimenti, attraverso la joint venture LaGeo, nel settore geotermico in El Salvador e a imputarli a capitale mediante la sottoscrizione di azioni di nuova emissione della stessa LaGeo.

L’esercizio di tale diritto, previsto dall’Accordo sottoscritto tra gli azionisti di LaGeo il 4 giugno 2002, consentirà a Enel Green Power di acquisire la maggioranza del capitale sociale della società salvadoregna.

Il Tribunale Arbitrale ha, inoltre, rigettato integralmente le richieste di risarcimento per presunti danni avanzate da INE nei confronti di Enel Green Power, in quanto ritenute infondate.

Economico | luglio, 06 2011

1645484-2_PDF-1.pdf

PDF (0.06MB)DOWNLOAD