NELLA DIGA ENEL GREEN POWER LA COPPA DEL MONDO DI TUFFI DALLE GRANDI ALTEZZE

Published on venerdì, 10 agosto 2012

Appuntamento domani a Rochemolles in Piemonte. Sono 11 gli atleti che da tutto il mondo partecipano alla gara. I tuffatori si lanceranno da una altezza pari a quella di un palazzo di otto piani ed entreranno in acqua a oltre cento chilometri orari.

Torino, 10 agosto 2012 – Arriva in Italia la 25° edizione della Coppa del Mondo di tuffi dalle grandi altezze e fa tappa a Bardonecchia presso la diga Enel Green Power di Rochemolles. Per l’occasione verrà allestito uno spettacolare trampolino da 24 metri di altezza.

Si tratta della categoria di tuffi più spettacolare in assoluto. La piattaforma di lancio può essere un ponte, un castello, una roccia, un terrazzo, una diga, una qualunque sporgenza a picco sull’acqua. Gli atleti si lanciano da una altezza che varia tra i 22 e i 27 metri. Lo specchio d’acqua sottostante deve avere una profondità minima tra i 4 e i 5 metri, a seconda della conformazione dei fondali.

Sono 11 gli atleti che da tutto il mondo parteciperanno domani alla gara  e al miglior tuffatore andrà anche la ‘coppa delle dighe’ Enel. L’appuntamento è alle 11, quando si aprirà la sessione di prove. A seguire, alle 14.30 partirà la gara vera e propria, con i tuffatori che si lanceranno da una altezza pari a quella di un palazzo di otto piani ed entreranno in acqua a oltre cento chilometri orari.

Il regolamento prevede tre tuffi per ogni atleta, a coefficiente difficoltà libero. Questo viene determinato da tabelle internazionali sulla base delle evoluzioni inserite nel tuffo stesso che ogni atleta dichiarerà alla giuria. Ogni tuffo sarà valutato in base alla correttezza, precisione ed eleganza dai cinque giudici di campo la somma dei punteggi ottenuti nelle due prove stabilirà la classifica finale.

Ecco gli 11 atleti in gara quest’anno:

  • SPASOV Todor   (Bulgaria)
  • BLACK  Steve   (Australia)
  • HUNT  Gary   (Inghilterra)
  • KUTSENKO Oleksandr  (Ucraina)
  • FISHER Laurent  (Francia)
  • GROZDIC Zvezdan  (Serbia)
  • ALDRIDGE Blake    (Inghilterra)
  • KUTSENKO Sacha  (Ucraina)
  • HULLIGER Andreas  (Svizzera)
  • NAVRATIL Michal   (Repubblica Ceca)
  • OUMEDJKANE Cyrille  (Francia)

L'evento e' organizzato dalla Fedemar (La Federazione Europea Sport del Mare). Nelle passate edizioni hanno partecipato alle gare tuffatori da Italia, Canada, USA, Russia, Messico, Ucraina, Svizzera, Scozia, Inghilterra, Australia, Ungheria, Croazia, Serbia, Brasile, Bosnia-Erzegovina, Francia, Slovenia, Argentina, Spagna, Colombia, Cina, Islanda, Luxemburgo, Danimarca, Bulgaria, Germania, Marocco e Norvegia.
Nelle quasi 150 gare svoltesi nel corso delle precedenti edizioni si è sempre registrato un grande successo di spettatori: 20.000 persone a La Coruna (Spagna); 16.000 ad Oporto (Portogallo); 13.000 a Toronto e Montréal (Canada); 12.000 a Siracusa e Polignano a Mare (Italia); 10.000 a S’Archittu di S. Caterina di Pittinuri (Italia); tutte attratte dalla spettacolarità dei tuffi.


La diga di Rochemolles

L'invaso contiene quattro milioni di metri cubi d'acqua, si trova a quasi 2.000 metri di quota e produce ogni anno, mediamente, circa 42 Gigawattora (GWh) di energia elettrica grazie all’impianto di Bardonecchia, completamente rinnovato, che ha una potenza di 22 MW.
L'acqua giunge così ai due gruppi idroelettrici dopo un "salto" di ben 650 metri e con una portata di 4,2 metri cubi al secondo.

 

Tutti i comunicati stampa di Enel Green Power sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet. Puoi scaricare la App Enel Mobile su: Apple Store , Google Play e BlackBerry App World.

Generale | agosto, 10 2012

1654225-3_PDF-1.pdf

PDF (0.06MB)DOWNLOAD