ENEL ANNUNCIA I DATI PRELIMINARI CONSOLIDATI 2012

Published on martedì, 5 febbraio 2013

Ricavi a 84,9 miliardi di euro (79,5 miliardi nel 2011, +6,8%).
Ebitda a 16,7 miliardi di euro (17,6 miliardi nel 2011 , -5,1%).
Indebitamento finanziario netto a 42,9 miliardi di euro (44,6 miliardi nel 2011, -3,8%) .

Roma, 5 febbraio 2013 – Il Consiglio di Amministrazione di Enel SpA, riunitosi oggi sotto la presidenza di Paolo Andrea Colombo, ha esaminato i risultati consolidati preliminari dell’esercizio 2012.

I Ricavi ammontano a 84,9 miliardi di euro, in crescita del 6,8% rispetto ai 79,5 miliardi di euro del 2011 grazie essenzialmente ai maggiori ricavi da vendita e trasporto di energia elettrica, da  trading di combustibili e da vendita di gas ai clienti finali.
 
Ebitda (margine operativo lordo), pari a 16,7 miliardi di euro, è in diminuzione del 5,1% rispetto ai 17,6 miliardi di euro del 2011 per effetto essenzialmente della riduzione del margine di generazione in Italia e della variazione del perimetro di consolidamento conseguente alle cessioni effettuate nei due esercizi di riferimento. Tali effetti sono stati parzialmente compensati dal buon andamento delle Divisioni Mercato, Energie Rinnovabili e Internazionale. 

Indebitamento finanziario netto a fine 2012 è pari a 42,9 miliardi di euro, in diminuzione di circa 1,7 miliardi di euro rispetto ai 44,6 miliardi di euro registrati alla fine del 2011. Tale contrazione riflette essenzialmente i risultati della gestione corrente e dei disinvestimenti effettuati che hanno più che compensato gli investimenti, i dividendi, gli interessi  e le imposte.

La consistenza del personale a fine 2012 è pari a 73.702 unità (75.360 unità alla fine del 2011).

Commentando i dati, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Fulvio Conti ha detto: “Anche per il 2012 il Gruppo ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato in termini sia di margine operativo lordo sia di indebitamento finanziario netto, nonostante il contesto macroeconomico e regolatorio particolarmente sfavorevole. Prevediamo che tale congiuntura possa continuare per tutto il 2013, in particolare in Italia e Spagna”.

Nel corso del 2012, il Gruppo Enel ha prodotto complessivamente 295,8 TWh di elettricità (293,9 TWh nel 2011), ha distribuito sulle proprie reti 413,9 TWh (419,5 TWh nel 2011) e ha venduto 316,8 TWh (311,8 TWh nel 2011).

In particolare, nel corso del 2012 all’estero il Gruppo Enel ha prodotto 221,3 TWh di elettricità (214,9 TWh nel 2011), ha distribuito 175,7 TWh (173,1 TWh nel 2011) e ha venduto 214,5 TWh (207,6 TWh nel 2011).

* * *

Indicatori alternativi di performance

Di seguito viene riportato il significato e il contenuto degli “indicatori alternativi di performance”, non previsti dai principi contabili IFRS-EU, utilizzati nel presente comunicato al fine di consentire una migliore valutazione dell’andamento della gestione economico-finanziaria del Gruppo.

- L’Ebitda (margine operativo lordo) rappresenta per Enel un indicatore della performance operativa ed è calcolato sommando al “Risultato operativo” gli “Ammortamenti e perdite di valore”;
- L’Indebitamento finanziario netto rappresenta per Enel un indicatore della propria struttura finanziaria; è determinato quale risultante dei debiti finanziari al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti e delle attività finanziarie correnti e non correnti (crediti finanziari e titoli diversi da partecipazioni).

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Luigi Ferraris, dichiara ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet.  
Puoi scaricare la App Enel Mobile su: Apple Store, Google Play e BlackBerry App World

Economico | febbraio, 05 2013

1657324-1_PDF-1.pdf

PDF (0.06MB)DOWNLOAD