ENEL ANNUNCIA I DATI PRELIMINARI CONSOLIDATI 2013

Published on martedì, 4 febbraio 2014

Ricavi a 80,5 miliardi di euro (84,9 miliardi nel 2012, -5,2%).
Ebitda a 17,0 miliardi di euro (15,8 miliardi nel 2012 , +7,6%).
Indebitamento finanziario netto a 39,9 miliardi di euro (42,9 miliardi al 31 dicembre 2012, -7,0%) .

Roma, 4 febbraio 2014 – Il Consiglio di Amministrazione di Enel SpA, riunitosi oggi sotto la presidenza di Paolo Andrea Colombo, ha esaminato i risultati consolidati preliminari dell’esercizio 2013.

I Ricavi ammontano a 80,5 miliardi di euro, in diminuzione del 5,2% rispetto agli 84,9 miliardi di euro del 2012 per effetto essenzialmente della riduzione dei ricavi da vendita di energia elettrica, solo parzialmente compensati da maggiori ricavi da trasporto di energia elettrica e da vendita di combustibili. Si segnala che i ricavi del 2013 includono la rilevazione della plusvalenza (pari a circa 1 miliardo di euro) relativa alla cessione della società Arctic Russia (e indirettamente della quota da essa detenuta in SeverEnergia, società operante nell’estrazione di gas naturale in Russia), avvenuta nel quarto trimestre 2013.

L’Ebitda (margine operativo lordo), pari a 17,0 miliardi di euro, è in crescita del 7,6% rispetto ai 15,8 miliardi di euro del 2012. Si precisa che l’Ebitda 2013 include la sopracitata plusvalenza relativa alla cessione di Arctic Russia, mentre l’Ebitda del 2012 risente di una rettifica (0,9 miliardi di euro) effettuata, ai soli fini comparativi, in ottemperanza a quanto previsto dalla nuova versione del principio contabile IAS 19 in fase di prima applicazione. Tale rettifica è riferibile principalmente alla rilevazione degli oneri relativi al piano di accompagnamento alla pensione assegnato a taluni dipendenti in Italia a fine 2012. Al netto di tali partite, la riduzione del margine operativo lordo è principalmente connessa alla prevista contrazione dei risultati in Spagna e delle attività di generazione in Italia, solo parzialmente compensata dal buon andamento dell’Area di Business Mercato Italia, della Divisione Energie Rinnovabili e delle attività in America Latina.

L’Indebitamento finanziario netto a fine 2013 è pari a 39,9 miliardi di euro, in diminuzione di 3,0 miliardi di euro rispetto ai 42,9 miliardi di euro registrati alla fine del 2012. In particolare, i risultati della gestione corrente e gli effetti positivi derivanti dalle operazioni straordinarie finalizzate nel corso del 2013, ivi incluse le cessioni di assets, hanno più che compensato il fabbisogno generato dagli investimenti dell’esercizio e dal pagamento dei dividendi, degli interessi e delle imposte.

La consistenza del personale a fine 2013 è pari a 71.394 unità (73.702 unità alla fine del 2012).

Commentando i dati, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Fulvio Conti ha detto: “Gli obiettivi annunciati al mercato per il 2013 sono stati conseguiti e, nel caso dell’indebitamento finanziario netto superati, nonostante il persistere di un quadro macroeconomico e regolatorio negativo in Italia e Spagna. Le azioni manageriali finalizzate al contenimento dei costi e all’ottimizzazione degli investimenti, nonché la crescita del Gruppo soprattutto nei mercati emergenti e nelle fonti rinnovabili, sono alla base dei risultati del 2013 e continueranno a dispiegare i loro effetti positivi nel 2014”.

Nel corso del 2013, il Gruppo Enel ha prodotto complessivamente 286,1 TWh di elettricità (294,8 TWh nel 2012), ha distribuito sulle proprie reti 404,0 TWh (414,2 TWh nel 2012) e ha venduto 295,5 TWh (316,8 TWh nel 2012).

In particolare, nel corso del 2013 all’estero il Gruppo Enel ha prodotto 213,2 TWh di elettricità (220,4 TWh nel 2012), ha distribuito 174,0 TWh (175,7 TWh nel 2012) e ha venduto 203,3 TWh (214,5 TWh nel 2012).

* * *

Indicatori alternativi di performance

Nel presente comunicato vengono utilizzati alcuni “indicatori alternativi di performance” non previsti dai principi contabili internazionali così come adottati dall’Unione Europea - IFRS-EU (Ebitda, Indebitamento finanziario netto), al fine di consentire una migliore valutazione dell’andamento della gestione economico-finanziaria del Gruppo. In linea con la raccomandazione CESR/05-178b pubblicata il 3 novembre 2005, di seguito viene riportato il significato e il contenuto di tali indicatori.

- L’Ebitda (margine operativo lordo) rappresenta per Enel un indicatore della performance operativa ed è calcolato sommando al “Risultato operativo” gli “Ammortamenti e perdite di valore”;
- L’Indebitamento finanziario netto rappresenta per Enel un indicatore della propria struttura finanziaria; è determinato quale risultante dei debiti finanziari al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti e delle attività finanziarie correnti e non correnti (crediti finanziari e titoli diversi da partecipazioni).


* * *

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Luigi Ferraris, dichiara ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet.
Puoi scaricare la App Enel Mobile su: Apple Store, Google Play e BlackBerry App World

Economico | febbraio, 04 2014

1661497-2_PDF-1.pdf

PDF (0.06MB)DOWNLOAD