ENEL FIRMA ACCORDO CON LA SOCIETA CINESE ZTE CORPORATION SU MOBILITA ELETTRICA, SMART GRID E RINNOVABILI

Published on giovedì, 27 novembre 2014

La cooperazione nel settore delle rinnovabili include la generazione “off grid” dell’impianto ibrido di Enel Green Power presso Ollague, in Cile

Roma, 27 novembre 2014 – L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel SpA, Francesco Starace, ha sottoscritto un accordo quadro con Shi Lirong, Amministratore Delegato di ZTE Corporation, azienda leader cinese nel settore dell'IT. L’intesa darà via ad una cooperazione tra i due gruppi nel settore della mobilità elettrica, delle reti intelligenti e delle rinnovabili.

"Siamo lieti di annunciare questo nuovo accordo con ZTE Corporation, uno dei principali attori nel settore dell'IT”, ha commentato l’Amministratore Delegato di Enel, Francesco Starace. “Enel avrà accesso al know-how tecnologico di ZTE, mettendo a sua volta a disposizione il proprio patrimonio di esperienza nelle energie rinnovabili, nella mobilità elettrica e nelle reti intelligenti. Collaborazioni con aziende leader nel settore tecnologico, come ZTE, rivestono un ruolo centrale nella strategia di Enel per l’innovazione. Siamo estremamente soddisfatti di poter lavorare con ZTE nell’ottica dello sviluppo di soluzioni energetiche sostenibili e innovative, che porteranno benefici per tutti gli attori coinvolti."

Nell'ambito della mobilità elettrica, Enel e ZTE intendono scambiare informazioni sulle rispettive soluzioni tecnologiche per ottimizzare la ricarica dei veicoli ed esplorare possibili soluzioni integrate e sinergie per eventuali sviluppi commerciali congiunti.

Nel settore delle smart grid, i due partner intendono valutare opportunità in mercati di comune interesse, basate su soluzioni e tecnologie sviluppate da Enel.

Per quanto riguarda le energie rinnovabili, Enel e ZTE daranno il via ad una collaborazione su progetti Enel già esistenti, identificando le opportunità di ottimizzazione e integrando le migliori soluzioni IT, con l'obiettivo di migliorare le prestazioni degli impianti rinnovabili.

Uno sforzo particolare sarà rivolto alla cooperazione sui sistemi di generazione rinnovabili 'off grid', inclusa una collaborazione nel sito di Ollague, in Cile, vicino al confine con la Bolivia, dove la società del Gruppo Enel dedicata alle energie rinnovabili, Enel Green Power, sta realizzando un innovativo impianto ibrido da 232 kW “off-grid” che unisce fotovoltaico e una turbina mini-eolica, integrati con un sistema di accumulo di energia. La collaborazione concernente il progetto di Ollague è mirata ad esplorare possibili ottimizzazioni  e ad identificare ulteriori opportunità di sviluppo in installazioni simili.


ENEL

Enel è la più grande azienda elettrica d'Italia e la seconda utility quotata d' Europa per capacità installata. É uno dei principali operatori integrati nei settori dell’elettricità e del gas di Europa e America Latina. Il Gruppo è presente in 32 Paesi del mondo su 4 continenti, operando nel campo della generazione con una capacità installata netta di oltre 95 GW e distribuendo elettricità e gas a circa 61 milioni di clienti grazie a una rete di circa 1,9 milioni di chilometri.

In Cina Enel è presente dal 2004 attraverso una serie di progetti per l’abbattimento delle emissioni di gas serra, come previsto dal Protocollo di Kyoto. Il Paese ha un ruolo centrale nella strategia di riduzione delle emissioni del Gruppo, avendo in Cina il 57% dei progetti in portafoglio.

Nel Paese il Gruppo Enel è anche riconosciuto per la sua competenza tecnica e le sue tecnologie innovative. Questo ha portato Enel a essere considerato come un partner rilevante per la cooperazione.

Nel settembre 2009, è stato firmato un accordo tra il Ministero cinese per la Scienza e la Tecnologia e il Ministero italiano dell'Ambiente finalizzato a implementare uno studio di fattibilità per la costruzione di un impianto di cattura e stoccaggio di anidride carbonica nell'area di una centrale elettrica cinese, basato sulla tecnologia “Enhanced Oil Recovery”. Questa cooperazione è stata effettuata con il coinvolgimento di Huaneng Group come partner tecnologico cinese.

Nel marzo 2012, Enel e la Huaneng Clean Energy Research Institute hanno firmato un protocollo d’intesa che ha gettato le basi per la cooperazione in materia di tecnologie del carbone pulito, di energie rinnovabili e di generazione distribuita. Nel mese di ottobre 2013, la cooperazione tra i due gruppi è stata estesa attraverso un nuovo protocollo d'intesa che si è concentrato su una possibile cooperazione industriale nell’ambito della produzione di energia ecocompatibile.

Nel giugno 2014 Enel ha firmato un accordo quadro di cooperazione con il Gruppo Huaneng per approfondire ulteriormente il rapporto di cooperazione attraverso lo sviluppo congiunto di tecnologie, progetti di energia convenzionale e rinnovabile, programmi di carbon strategy e la cooperazione accademica tra i dipartimenti di ricerca di entrambe le società.

Ad aprile 2014, Enel ha firmato un protocollo d’intesa con State Grid Corporation of China, la più grande utility al mondo ed operatore dominante in Cina nel settore della distribuzione e trasmissione di elettricità, per cooperare nei settori delle reti intelligenti e delle energie rinnovabili.

Nel giugno 2014,  Enel ha firmato un protocollo d’intesa con China National Nuclear per avviare una cooperazione nel settore della costruzione e gestione di impianti di generazione da fonte nucleare.

Nell’ottobre 2014, Enel ha siglato un Memordandum of Understanding (MoU) con l’istituto finanziario Bank of China Ltd., da non essere confuso con People’s Bank of China, in base al quale, tra le altre cose, Enel e Bank of China hanno deciso di intraprendere una valutazione comune su future ed eventuali transazioni finanziarie per un periodo massimo di cinque anni. Nel dettaglio, Bank of China ha dato la sua disponibilità, attraverso la sede centrale e la sua rete globale, a garantire linee di credito ad Enel fino ad un massimo di 1 miliardo di euro, soggette a una valutazione comune con Enel  e finalizzate, in parte, a finanziare le operazioni di Enel sia in Cina sia nel resto del mondo.

 

Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet.
Puoi scaricare la App Enel Mobile su Apple Store e Google Play

    

Generale | novembre, 27 2014

1662880-2_PDF-1.pdf

PDF (0.17MB)DOWNLOAD