CDA ENEL ESAMINA LA SEMPLIFICAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI DEL GRUPPO IN AMERICA LATINA E INTEGRA L ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEARE

Published on mercoledì, 22 aprile 2015

Santiago del Cile, 22 aprile 2015 – Il Consiglio di Amministrazione di Enel S.p.A. (“Enel”), riunitosi oggi sotto la presidenza di Patrizia Grieco, ha esaminato e condiviso l’opportunità che i consigli di amministrazione di Enersis S.A. (“Enersis”) e delle sue controllate Empresa Nacional de Electricidad S.A. (“Endesa Chile”) e Chilectra S.A. (“Chilectra”) diano avvio alla valutazione di un eventuale processo di riorganizzazione societaria finalizzato alla separazione delle attività di generazione e di distribuzione di energia elettrica svolte in Cile da quelle sviluppate negli altri Paesi dell’America Latina. Questa iniziativa si inserisce nell’ambito del già annunciato programma di razionalizzazione e semplificazione dell’assetto del Gruppo.

La riorganizzazione permetterebbe di eliminare alcune duplicazioni e ridondanze dell’attuale perimetro societario che fa capo a Enersis, che pregiudicano la piena valorizzazione delle relative attività per tutti gli azionisti, riducendo la visibilità dei vari business e rendendo complesso il processo decisionale. In tal senso, una chiara differenziazione delle attività svolte in Cile rispetto a quelle in altri Paesi latinoamericani agevolerebbe la creazione di valore per Enersis, Endesa Chile e Chilectra, così come per tutti i loro azionisti.
 
Gli organi competenti di Enersis, Endesa Chile e Chilectra valuteranno le eventuali condizioni e le modalità attuative dell’indicato processo di riorganizzazione societaria, nel rispetto della normativa applicabile. Enel provvederà a informare tempestivamente il mercato delle deliberazioni assunte in merito dalle società coinvolte.

*****
Il Consiglio di Amministrazione di Enel ha inoltre integrato l’ordine del giorno dell’Assemblea già convocata per il prossimo 28 maggio 2015, inserendovi in parte straordinaria una proposta di modifica della clausola in materia di requisiti di onorabilità e connesse cause di ineleggibilità e di decadenza degli Amministratori che era stata inserita nello statuto, su proposta dell’azionista Ministero dell’Economia e delle Finanze, in occasione dell’Assemblea del 22 maggio 2014.

In particolare, la proposta elaborata dal Consiglio di Amministrazione prevede di subordinare l’applicazione della indicata clausola di onorabilità alla pronuncia di una sentenza di condanna, anche non definitiva e, quindi, emessa quantomeno all’esito di un giudizio di primo grado, in linea con quanto previsto da altre disposizioni normative vigenti in materia.

La relazione illustrativa di tale ulteriore argomento inserito all’ordine del giorno dell’Assemblea sarà messa a disposizione del pubblico nei termini di legge.


Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet. Puoi scaricare la App Enel Mobile su: Google Play       


    

Economico | aprile, 22 2015

1663666-3_PDF-1.pdf

PDF (0.2MB)DOWNLOAD