ENEL E DCNS INAUGURANO UN CENTRO DI RICERCA E INNOVAZIONE PER LE ENERGIE MARINE IN CILE

Published on venerdì, 17 giugno 2016

·        Alla cerimonia per l’apertura di MERIC, centro internazionale di eccellenza (ICE) che funge da hub per l'innovazione nel campo dell'energia marina in Cile e a livello globale, ha partecipato il ministro dell'Energia del Cile Máximo Pacheco

 

·        La prima attività del centro si concentrerà sull'analisi dei bio-fouling e l'impatto ambientale dell'energia marina

 

·        MERIC è un progetto con una durata di 8 anni supportato da un contributo di circa 20 milioni di dollari statunitensi, in parte erogati in denaro e in parte come finanziamento, il 65% dei quali con un contributo dell'Organizzazione per lo sviluppo economico del governo cileno CORFO

Las Cruces, 17 giugno 2016 – Enel, attraverso la sua controllata Enel Green Power Chile Ltda. ("EGPC"), e il gruppo francese DCNS hanno dato il via oggi alle attività del centro di ricerca e innovazione per le energie marine, il cui nome è Marine Energy Research and Innovation (MERIC) alla presenza del ministro dell’Energia cileno Máximo Pacheco. MERIC è un innovativo centro di eccellenza a livello mondiale per lo sviluppo dell’energia marina, supportato dall'Organizzazione per lo sviluppo economico del governo cileno CORFO (Corporación de Fomento de la Producción).

All’inaugurazione hanno partecipato Luc Martin, direttore di MERIC, Salvatore Bernabei, responsabile per l’America Latina della Divisione Globale Energie Rinnovabili di Enel e Philippe Farge direttore generale di DCNS Chile. Insieme a loro erano presenti all’evento rappresentanti di CORFO, della Pontificia Universidad Católica de Chile e della Universidad Austral de Chile.

L’inaugurazione dà il via alla prima linea di attività di MERIC che si concentrerà sull'analisi dei bio-fouling e l'impatto ambientale delle energie marine. L'attività di ricerca sarà svolta presso il laboratorio di ricerca marina della Pontificia Universidad Católica de Chile, ECIM (Estación Costera de Investigaciones Marinas) che si trova a Las Cruces, nella regione di Valparaíso.

"Siamo molto lieti di essere parte attiva nel lavoro innovativo di MERIC e di sostenere la sua attività di ricerca nel campo dell'energia marina," ha affermato Salvatore Bernabei, responsabile per l’America Latina della Divisione Globale Energie Rinnovabili di Enel. "E’importante incoraggiare la ricerca e il lavoro sul campo nel settore dell’energia delle onde e delle maree, che in Cile hanno un potenziale stimato di circa 175 GW, grazie alla loro disponibilità costante durante tutto l'anno. Siamo convinti che l'energia marina possa svolgere un ruolo significativo per il futuro del settore energetico, non solo in Cile, ma anche a livello globale."

Luc Martin, direttore di MERIC, ha dichiarato: “Questa inaugurazione è un passo molto importante per MERIC e lo sviluppo delle energie rinnovabili marine in Cile. Il paese ha un potenziale enorme per queste nuove risorse e non vediamo l’ora di collaborare con industriali e ricercatori cileni per sviluppare un laboratorio locale per l'energia rinnovabile marina con la capacità di affrontare un mercato globale.”  Philippe Farge, direttore generale di DCNS Chile, ha così commentato: “MERIC beneficerà del trasferimento tecnologico e di esperienza da DCNS, che ha una competenza unica nei sistemi marini complessi”.

MERIC è un progetto della durata di 8 anni, supportato da un contributo di circa 20 milioni di dollari statunitensi, in parte erogati in denaro e in parte come finanziamento. Il 65% del contributo arriverà da CORFO, che, nell’ottobre 2014, ha coinvolto Enel e DCNS per l’apertura del Centro Internazione di Eccellenza (ICE) che servirà da hub per l'innovazione nel campo dell'energia marina in Cile e a livello globale.

Enel, forte della sua posizione di leader mondiale nel settore delle energie rinnovabili, metterà in evidenza quali siano i fattori più importanti per l'installazione, la gestione e la manutenzione di impianti marini al fine di garantire progetti sicuri, sostenibili e redditizi. DCNS è un importante player nei sistemi dell’energia marina con un significativo track record e competenze tecniche in maree, vento in mare aperto e conversioni di energia termica, oltre a vantare esperienza nella metodologia e nella gestione di progetti industriali navali. MERIC potrà inoltre fare affidamento sulle risorse e le competenze dell'organizzazione per sviluppo cilena, Fundación Chile, dalla fondazione INRIA Chile, dagli istituti di ricerca della Pontificia Universidad Católica de Chile e della Universidad Austral de Chile, oltre che di Chilectra, controllata del Gruppo Enel.

Durante gli 8 anni di attività, il Centro riunirà vari ricercatori per effettuare attività di ricerca in sei settori: valutazione delle risorse marine, caratterizzazione dei sito, bio-fouling, bio-corrosione, impatto ambientale e sociale, e tecnologie di adattamento a condizioni oceaniche estreme. I ricercatori inizieranno anche a sviluppare strumenti per testare e adattare le tecnologie marine alle condizioni naturali del Paese (attività sismica, coste frastagliate, una matrice particolarmente ricca e diversificata di flora e fauna marina). MERIC adotterà un approccio innovativo e integrato di ricerca e sviluppo nel settore, che prevede l'installazione da parte di EGPC di un convertitore di energia delle onde sperimentale che funzionerà come "banco di prova di validazione" per permettere il confronto dei risultati teorici con i dati reali.
Dal 2019 MERIC avrà un'infrastruttura consolidata e un’esperienza tali da fornire servizi all'industria locale ed internazionale che desidera testare le tecnologie marine in ambiente marino cileno.


Enel Green Power Chile
La controllata per le rinnovabili di Enel in Cile Enel Green Power Chile (EGPC) gestisce attualmente un portfolio di impianti con una capacità installata totale di oltre 880 MW, di cui 364 MW di eolico, 430 MW di solare e 92 MW di idroelettrico. Inoltre, EGPC ha circa 300 MW di progetti in esecuzione che, una volta completati, porteranno la capacità installata totale nel Paese a circa 1.200 MW. Tra questi progetti, Cerro Pabellón che avrà una capacità installata lorda di 48 MW e sarà il primo impianto geotermico del Sudamerica.

DCNS
DCNS è leader europeo nel settore della difesa navale e uno dei maggiori player nel settore delle energie rinnovabili marine.  La sua leadership è costruita su una tecnologia avanzata a livello globale in grado di soddisfare le esigenze dei clienti, mettendo in campo un eccezionale know-how, risorse industriali uniche e una capacità di sviluppare partnership strategiche innovative. DCNS progetta e costruisce sottomarini e combattenti di superficie, sviluppa sistemi di infrastrutture associate, e offre una gamma completa di servizi a basi e cantieri navali. Il Gruppo ha inoltre ampliato la sua competenza alle energie rinnovabili marine. Consapevole delle proprie responsabilità sociali d'impresa, DCNS è membro della United Nations Global Compact. Il Gruppo genera un fatturato annuo di 3.04 miliardi di euro e impiega 12.953 persone (dati 2015). 


Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet. Puoi scaricare la App Enel Corporate su Apple Store e Google Play.

Generale | giugno, 17 2016

1666008-2_PDF-1.pdf

PDF (0.12MB)DOWNLOAD