Offerte gas: come cambiano con il mercato libero?

Tutte le novità sui costi delle nuove bollette del gas e sulle diverse forme della transizione dal regime di maggior tutela.

Nel nostro Paese, il servizio di fornitura di gas prevede la suddivisione della penisola italiana in 6 zone tariffarie nell’ambito delle quali vengono applicati costi diversi per l’erogazione della materia prima. Solo il 10% del gas metano consumato in Italia proviene infatti dal suolo nazionale; la restante parte viene importata dall’estero, in particolare dalla Russia. Di conseguenza, all’interno della bolletta del gas, un’importante voce di spesa è quella relativa al trasporto della materia prima, direttamente proporzionale alla lontananza geografica dell’utente dal produttore di gas.

Inoltre, in Lombardia, Val d'Aosta, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia non vengono applicate accise. Ciò spiega perché al sud il costo della bolletta sia mediamente superiore rispetto al nord italiano e anche perché le offerte del mercato libero siano proporzionalmente più basse per il settentrione. Tale situazione non è cambiata con la liberalizzazione del mercato del gas, la quale tuttavia ha portato con sé alcune novità per quanto riguarda le offerte. In questo articolo facciamo luce sulle possibilità messe a disposizione del consumatore finale da parte del nuovo mercato: come è possibile risparmiare sulla bolletta del gas con il mercato libero? E quali sono gli utenti che possono trarne i maggiori benefici? Scopriamolo insieme.

Come vengono calcolate le offerte del gas nel mercato regolamentato?

Quali caratteristiche hanno le offerte del gas del mercato libero?

Quali sono i consumatori a cui conviene di più passare al mercato libero del gas?

Che cosa sono le offerte PLACET?  



Come vengono calcolate le offerte del gas nel mercato regolamentato?

Nel Servizio a maggior tutela, l’Autorità per l’Energia (ARERA) fissa le condizioni economiche e contrattuali della fornitura di gas. L’Ente [DV(M1] detta dunque il prezzo della materia prima e di altri tre elementi:

  • Le spese di trasporto del gas e della gestione del contatore;
  • Le spese per gli oneri di sistema;
  • Le imposte regionali e nazionali (accise, IVA).

Mentre le spese di trasporto variano a seconda delle 6 zone tariffarie che abbiamo già menzionato e, all’interno di questo, di microzone climatiche, il prezzo della materia prima viene ricalcolato periodicamente sulla base del costo di acquisto da parte dell’Acquirente Unico, il soggetto statale preposto.

Quali caratteristiche hanno le offerte del gas del mercato libero?

La liberalizzazione del gas ha comportato la possibilità, per le aziende attive sul mercato libero, di acquistare il gas direttamente dai produttori e trasportatori e rivenderlo ai propri consumatori decidendo in autonomia il prezzo della materia prima, senza la mediazione dell’Autorità per l'Energia. Gas 15 di Enel Energia , ad esempio, prevede uno sconto sulla materia prima del 15% per 12 mesi per chi attiva una nuova fornitura. Un’altra novità è che alcune offerte gas per la casa del mercato libero prevedono inoltre la ricezione della bolletta esclusivamente in formato digitale: un modo per aiutare l’ambiente e accedere a tutti i documenti relativi alla propria utenza in modo semplice e intuitivo. Offerte come Certa Per Te Gas di Enel prevedono la possibilità di scegliere fra la ricezione cartacea o elettronica della bolletta.

È possibile scegliere fra offerte a prezzo fisso, in cui il costo della materia prima rimane invariato per ben 12 mesi, e offerte a prezzo variabile. Le voci relative al trasporto del gas, agli oneri e alle imposte rimangono di competenza dell’Autorità per l’Energia, secondo la consueta suddivisione dello Stivale in 6 aree tariffarie e il fornitore è tenuto a rispettare una serie di obblighi a tutela del consumatore fissati dall’ARERA.

Quali sono i consumatori a cui conviene di più passare al mercato libero del gas?

La bolletta del gas è forse l’utenza che incide più pesantemente sul bilancio delle famiglie italiane, soprattutto nelle regioni più fredde dove il consumo di metano è maggiore e si protrae più a lungo durante l’arco dell’anno. Per le famiglie di 3 o 4 persone, che vivono in case in proporzione più spaziose rispetto a quelle in cui abitano i single o le coppie, caratterizzate dunque anche da una maggiore dispersione energetica, i costi del gas risultano ancora maggiori.

Proprio questi nuclei familiari potrebbero dunque essere avvantaggiati dalla scelta di un’offerta del mercato libero maggiormente ritagliata sul proprio fabbisogno energetico reale. Questo perché i fornitori del mercato libero sono in grado di negoziare il prezzo per l’acquisto del gas con i produttori e proporre liberamente diverse tipologie contrattuali ai propri clienti, calibrate in modo da garantire il massimo profitto al fornitore e il massimo risparmio al consumatore. 

Che cosa sono le offerte PLACET?

Le tariffe di tipo PLACET (acronimo di Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela) sono state introdotte a partire dal 1° gennaio 2018 per creare un ponte fra il regime di maggior tutela e il mercato libero. Si tratta infatti di tariffe ibride, che presentano caratteristiche di entrambi i regimi:

  • Del mercato libero: perché il fornitore ha la facoltà di decidere autonomamente il prezzo legato all’approvvigionamento e alla commercializzazione della materia prima e differenziare le offerte in base alle esigenze dei clienti;
  • Del servizio di maggior tutela: perché, fermo restando quanto detto al punto precedente, il fornitore deve adeguarsi alle condizioni generali, stabilite da ARERA, atte ad agevolare il passaggio dal Servizio a maggior tutela al mercato libero.

Le offerte PLACET sono sempre distinte fra offerte per la fornitura di gas e per la fornitura di energia elettrica e la loro formula può essere a prezzo fisso o variabile. Quelle per il gas sono attivabili solo da clienti con un consumo annuale inferiore ai 200.000 Smc; gli utenti che le attiveranno potranno contemporaneamente usufruire del Bonus Sociale per la fornitura di gas, se in possesso dei requisiti.