Servizi

SERVIZIO DI SALVAGUARDIA

ANNI 2017 - 2018

Informazioni sul servizio di Enel Energia

Per il periodo di fornitura dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018, Enel Energia è stata selezionata come fornitore di energia elettrica del servizio di salvaguardia dall’Acquirente Unico (la società garante della fornitura di energia elettrica ai piccoli consumatori), tramite asta pubblica.
 
Le regioni di competenza sono:
Liguria
Piemonte
Valle d’Aosta
Trentino Alto Adige
Lombardia
Lazio
Puglia 
Molise
Basilicata
 
Le forniture gestite in servizio di salvaguardia da Enel Energia riceveranno una comunicazione in cui viene confermata l’attivazione del servizio e indicate le relative condizioni applicate.
 
I clienti che hanno una fornitura in servizio di salvaguardia possono scegliere in qualsiasi momento di passare al mercato libero senza bisogno di esercitare recesso. Nella sezione Impresa puoi consultare tutte le offerte che Enel Energia propone alle aziende.
 
Per ricevere maggiori informazioni, contatta il consulente Key Account Manager oppure fai riferimento ai contatti indicati nella lettera che ti è stata inviata. 
 
Condizioni Economiche
 
I prezzi applicati in servizio di salvaguardia sono stabiliti in base alle:
disposizioni dell’Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas ed il Sistema Idrico (AEEGSI)
modalità di calcolo fissate con decreto dal Ministro dello Sviluppo Economico per i corrispettivi a copertura dei costi di approvvigionamento dell’energia all’ingrosso, dei servizi di dispacciamento e dei costi di commercializzazione.
 
In particolare Enel Energia applica all’energia fornita e alle relative perdite di rete:
- la somma dei corrispettivi a copertura dei costi relativi al servizio di dispacciamento (con esclusione dei costi per lo sbilanciamento effettivo e del corrispettivo di non arbitraggio);
- un corrispettivo pari alla media mensile dei prezzi di acquisto sul sistema delle offerte, di cui al decreto del Ministro delle Attività Produttive del 19 dicembre 2003, differenziato per fasce orarie e maggiorato del valore del parametro omega (Ω), offerto da Enel Energia in fase di asta e differenziato per area territoriale come di seguito indicato:
 

Area Territoriale Parametro Omega in €/kWh
Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige 0,01900
Lombardia  0,01600
Lazio 0,01989
Puglia, Molise, Basilicata 0,02691
 
 
- i corrispettivi a copertura dei costi di trasporto, distribuzione e misura e degli ulteriori oneri di sistema (comprese le aliquote A, UC e MCT) così come stabiliti e aggiornati dall’AEEGSI;
- il corrispettivo CSAL a copertura degli oneri per la morosità.
 
Inoltre, come indicato nelle ‘Condizioni contrattuali di fornitura in servizio di salvaguardia’, è previsto il versamento di un importo a titolo di deposito cauzionale. 
 
Il regime di salvaguardia di Enel Energia.

CONSULTA IL SITO DELL’ AEEGSI PER SAPERNE DI PIÙ

Leggi maggiori informazioni sul mercato libero.

ANNI 2014 - 2016

Informazioni sul servizio di Enel Energia

Per il periodo di fornitura dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016, Enel Energia è stata selezionata come fornitore di energia elettrica del servizio di salvaguardia dall’Acquirente Unico (la società garante della fornitura di energia elettrica ai piccoli consumatori), tramite asta pubblica.
 
Le regioni di competenza sono:
Abruzzo
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Sardegna
Sicilia
Veneto
 
Le forniture gestite in servizio di salvaguardia da Enel Energia riceveranno una comunicazione in cui viene confermata l’attivazione del servizio e indicate le relative condizioni applicate.
 
I clienti che hanno una fornitura in servizio di salvaguardia possono scegliere in qualsiasi momento di passare al mercato libero senza bisogno di esercitare recesso. Nella sezione Impresa puoi consultare tutte le offerte che Enel Energia propone alle aziende.
 
Per ricevere maggiori informazioni, contatta il consulente Key Account Manager oppure fai riferimento ai contatti indicati nella lettera che ti è stata inviata. 
 
Condizioni Economiche
 
I prezzi applicati in servizio di salvaguardia sono stabiliti in base alle:
disposizioni dell’Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas ed il Sistema Idrico (AEEGSI)
modalità di calcolo fissate con decreto dal Ministro dello Sviluppo Economico per i corrispettivi a copertura dei costi di approvvigionamento dell’energia all’ingrosso, dei servizi di dispacciamento e dei costi di commercializzazione.
 
In particolare Enel Energia applica all’energia fornita e alle relative perdite di rete:
- la somma dei corrispettivi a copertura dei costi relativi al servizio di dispacciamento (con esclusione dei costi per lo sbilanciamento effettivo e del corrispettivo di non arbitraggio);
- un corrispettivo pari alla media mensile dei prezzi di acquisto sul sistema delle offerte, di cui al decreto del Ministro delle Attività Produttive del 19 dicembre 2003, differenziato per fasce orarie e maggiorato del valore del parametro omega (Ω), offerto da Enel Energia in fase di asta e differenziato per area territoriale come di seguito indicato:
 

Area Territoriale Parametro Omega in €/kWh
Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia 0,06200
Sardegna 0,04300
Campania e Abruzzo 0,09600
Calabria 0,11300
Sicilia 0,09900
 
 
- i corrispettivi a copertura dei costi di trasporto, distribuzione e misura e degli ulteriori oneri di sistema (comprese le aliquote A, UC e MCT) così come stabiliti e aggiornati dall’AEEGSI;
- il corrispettivo CSAL a copertura degli oneri per la morosità.
 
Inoltre, come indicato nelle ‘Condizioni contrattuali di fornitura in servizio di salvaguardia’, è previsto il versamento di un importo a titolo di deposito cauzionale. 
 
Il regime di salvaguardia di Enel Energia.

CONSULTA IL SITO DELL’ AEEGSI PER SAPERNE DI PIÙ

Leggi maggiori informazioni sul mercato libero.

ANNI 2011 - 2013

Informazioni sul servizio di Enel Energia

Per il periodo di fornitura dal 1°gennaio al 31 dicembre 2013, Enel Energia è stato il fornitore di energia elettrica delle imprese servite in regime di salvaguardia in base all’esito della procedura concorsuale prevista dall'art.1 comma 4 della legge 125 del 3 agosto 2007 nelle regioni.
 
Le regioni di competenza erano:
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Marche
  • Sardegna
  • Sicilia
  • Umbria
 
I prezzi applicati all’energia in regime di salvaguardia sono stati stabiliti sulla base di modalità di calcolo definite per decreto dal Ministro dello Sviluppo Economico e hanno coperto i costi di approvvigionamento, i servizi di dispacciamento e i costi di commercializzazione.
 
I corrispettivi, applicati all'energia per fasce e alle perdite di rete, sono stati calcolati in questo modo:
  • somma tra il valore del parametro "Ω" offerto dall'esercente della salvaguardia nelle procedure concorsuali ed il valore assunto dalla media aritmetica mensile dei prezzi di acquisto per fascia, sul sistema delle offerte citate nel decreto del Ministro delle attività produttive del 19 dicembre 2003.
  • somma dei corrispettivi a copertura dei costi relativi al servizio di dispacciamento con esclusione dei costi per lo sbilanciamento e del corrispettivo di non arbitraggio.
 
Inoltre, le aziende che esercitano il servizio di salvaguardia applicano a tutti i clienti sul territorio nazionale i seguenti corrispettivi:
  • corrispettivi copertura dei costi di trasporto riportati nel Testo Integrato TIT delibera AEEG n°348/07 Tabella 3.
  • corrispettivi a copertura degli oneri di sistema, che si aggiornano ogni tre mesi e sono desumibili dalle delibere emesse periodicamente dall’Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico. Tutta la documentazione per approfondire (seguono link pdf documentazione)
Il regime di salvaguardia di Enel Energia.

CONSULTA IL SITO DELL’ AEEGSI PER SAPERNE DI PIÙ

Leggi maggiori informazioni sul mercato libero.

ANNI 2009 - 2010

Informazioni sul servizio di Enel Energia

Per il periodo di fornitura dal 1°gennaio al 31 dicembre 2010 Enel Energia è stato il fornitore di energia elettrica delle imprese servite in regime di salvaguardia in base all’esito della procedura concorsuale prevista dall'art. 1 comma 4 della legge 125 del 3 agosto 2007 nelle regioni.
 
Le regioni di competenza sono state:
  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Lazio
  • Liguria
  • Lombardia
  • Molise
  • Piemonte
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia
  • Valle d’Aosta
 
I prezzi applicati all’energia in regime di salvaguardia sono stati stabiliti sulla base di modalità di calcolo definite per decreto dal Ministro dello Sviluppo Economico e hanno coperto i costi di approvvigionamento, i servizi di dispacciamento e i costi di commercializzazione.
 
I corrispettivi, applicati all'energia per fasce e alle perdite di rete, sono stati calcolati in questo modo:
  • somma tra il valore del parametro "Ω" offerto dall'esercente la salvaguardia nelle procedure concorsuali ed il valore assunto dalla media aritmetica mensile dei prezzi di acquisto per fascia, sul sistema delle offerte citate nel decreto del Ministro delle attività produttive del 19 dicembre 2003.
  • somma dei corrispettivi a copertura dei costi relativi al servizio di dispacciamento con esclusione dei costi per lo sbilanciamento e del corrispettivo di non arbitraggio.
 
Inoltre, le aziende che esercitano il servizio di salvaguardia applicano a tutti i clienti sul territorio nazionale i seguenti corrispettivi:
  • corrispettivi copertura dei costi di trasporto riportati nel Testo Integrato TIT delibera AEEG n°348/07 Tabella 3.
  • corrispettivi a copertura degli oneri di sistema, che si aggiornano ogni tre mesi e sono desumibili dalle delibere emesse periodicamente dall’Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico. Tutta la documentazione per approfondire (seguono link pdf documentazione)
Il regime di salvaguardia di Enel Energia.

CONSULTA IL SITO DELL’ AEEGSI PER SAPERNE DI PIÙ

Leggi maggiori informazioni sul mercato libero.

Anno 2008

Informazioni sul servizio di Enel Energia

Per il periodo di fornitura dal 1° maggio al 31 dicembre 2008 Enel Energia è stato il fornitore di energia elettrica delle imprese servite in regime di salvaguardia.
 
Le regioni di competenza sono state:
  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Lazio
  • Marche
  • Molise
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia
  • Toscana
  • Umbria
 
Il decreto Ministeriale dello Sviluppo economico n°906 dell'8 febbraio 2008 ha decretato l'avvio del regime di salvaguardia il 1° maggio 2008, con le modalità attualmente in vigore e a seguito dell'esito positivo della procedura concorsuale del 22 febbraio 2008.
Con questa procedura l'Acquirente Unico ha selezionato le aziende che effettuano il servizio di fornitura di elettricità in regime di salvaguardia)
 
I prezzi applicati all’energia in regime di salvaguardia sono stati stabiliti sulla base di modalità di calcolo definite per decreto dal Ministro dello Sviluppo Economico e hanno coperto i costi di approvvigionamento, i servizi di dispacciamento e i costi di commercializzazione.
 
I corrispettivi, applicati all'energia per fasce e alle perdite di rete, sono stati calcolati in questo modo:
  • somma tra il valore del parametro "Ω" offerto dall'esercente la salvaguardia nelle procedure concorsuali, per Enel Energia pari a 4,96 €/MWh, e il valore assunto dalla media aritmetica mensile dei prezzi di acquisto per fascia, sul sistema delle offerte citate nel decreto del Ministro delle attività produttive del 19 dicembre 2003.
  • somma dei corrispettivi a copertura dei costi relativi al servizio di dispacciamento con esclusione dei costi per lo sbilanciamento e del corrispettivo di non arbitraggio.
 
Inoltre, le aziende che esercitano il servizio di salvaguardia applicano a tutti i clienti sul territorio nazionale i seguenti corrispettivi:
  • corrispettivi copertura dei costi di trasporto riportati nel Testo Integrato TIT delibera AEEG n°348/07 Tabella 3.
  • corrispettivi a copertura degli oneri di sistema, che si aggiornano ogni tre mesi e sono desumibili dalle delibere emesse periodicamente dall’Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico.
Il regime di salvaguardia di Enel Energia.

CONSULTA IL SITO DELL’ AEEGSI PER SAPERNE DI PIÙ

Leggi maggiori informazioni sul mercato libero.