Tariffa monoraria e bioraria, che differenza c’è?

Quando parliamo di come risparmiare sulla bolletta elettrica una delle prime decisioni che dobbiamo prendere è scegliere se aderire a un’offerta monoraria o bioraria. Si tratta di due tipologie di offerte molto differenti: in quella monoraria si paga lo stesso prezzo per la componente energia in ogni ora della giornata, mentre in quella bioraria il costo del kWh cambia a seconda della fascia oraria di consumo.

Come funziona un’offerta luce monoraria

Un’offerta monoraria prevede un prezzo della componente energia unico per tutte le ore del giorno. Se accendiamo un elettrodomestico alle 10 del mattino o alle 22 di sera, i kWh consumati li pagheremo allo stesso prezzo. Lo stesso vale anche nel fine settimana e nei giorni festivi: pagheremo sempre la stessa cifra per ogni kWh consumato.

Come funziona un’offerta luce bioraria

A differenza di un prezzo monorario, un’offerta bioraria prevede due fasce orarie di consumo. La prima fascia (F1) è in vigore dalle 8 del mattino alle 19 della sera dal lunedì al venerdì. Invece la seconda fascia oraria (F23) è in vigore dalle 19 della sera alle 8 del mattino e tutto il giorno nei week end e nei giorni festivi, e prevede un prezzo della componente energia più conveniente.

Le differenze tra offerta monoraria e bioraria

La convenienza della fascia monoraria rispetto a quella bioraria, o viceversa quindi, dipende dalle nostre esigenze e abitudini di consumo. Se passiamo gran parte della giornata fuori casa e accendiamo gli elettrodomestici solo la sera, scegliendo un'offerta luce bioraria avremo un vantaggio economico consistente in bolletta rispetto ad un’offerta monoraria. Sfruttando gli elettrodomestici quando torniamo a casa la sera, utilizzeremo l’energia elettrica nella fascia di prezzo più bassa. Oppure possiamo decidere liberamente di concentrare le lavatrici e le pulizie di casa nel fine settimana per risparmiare sulla bolletta della luce.

L'offerta luce monoraria, invece, conviene a tutti coloro che hanno la necessità di consumare energia anche, o soprattutto, durante la fascia diurna. In questo caso si ha la libertà di usare gli elettrodomestici a qualunque ora del giorno o della notte, pagando un prezzo della componente energia fisso, durante tutto l’arco della giornata.

Per scegliere tra un’offerta monoraria o bioraria quindi, è bene analizzare la propria giornata tipo, solo in questo modo si può effettuare una scelta oculata per risparmiare sulla bolletta luce

Scopri le nostre migliori offerte!