Che cosa sono le fasce orarie di consumo dell’energia elettrica

Sapevi che concentrando il consumo di energia elettrica in un particolare momento della giornata puoi avere un importante risparmio in bolletta? Questo è possibile grazie alle fasce orarie, ossia periodi di tempo durante una giornata in cui il prezzo della componente energia varia. Le fasce orarie sono stabilite dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), l’organismo che svolge attività di regolazione e controllo nei settori dell'energia elettrica, del gas naturale, dei servizi idrici, del ciclo dei rifiuti e del telecalore.

Sono tre le fasce orarie di riferimento per gli utenti del mercato elettrico: F1, F2 e F3. Ad ogni fascia oraria è associato un periodo specifico della giornata o un intero giorno (ad esempio nella fascia F3 sono calcolati i consumi effettuati la domenica) e i fornitori hanno la possibilità di tarare le proprie offerte a seconda dei bisogni degli utenti. Ecco come funzionano le fasce orarie.

Fasce orarie energia elettrica: come funzionano?

Durante il giorno solitamente la richiesta di energia è maggiore rispetto alla sera. Pensiamo per esempio a industrie, negozi, locali e altre attività che aprono la mattina per chiudere tra le 18 e le 20. In base alle fluttuazioni della domanda, Enel Energia - e altri fornitori – modulano le proprie offerte economiche, proponendo delle offerte basate sulle fasce orarie, che consentono ai clienti di risparmiare sull’energia elettrica.

Capire la differenza tra le offerte orarie permette di regolare l’uso degli elettrodomestici, in modo da ridurre l’importo della bolletta.

Le fasce orarie Enel F1 F2 F3 nel dettaglio

Le tariffe orarie sono divise in tre diverse fasce con relativi prezzi.

La prima fascia si chiama F1: attiva dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 19.00, escluse le festività nazionali.

La seconda fascia si chiama F2: attiva dal lunedì al venerdì, ore 7:00 alle ore 8:00 e dalle ore 19:00 alle ore 23:00, e il sabato dalle ore 7:00 alle ore 23:00 il sabato, festività nazionali escluse.

Infine, c’è la terza fascia chiamata F3: attiva dal lunedì al sabato dalle ore 00.00 alle ore 7.00 e dalle ore 23.00 alle ore 24.00; domenica e festivi tutte le ore della giornata.

In caso di clienti domestici il prezzo dell’energia (o prezzo della componente energia) nella fascia F2 e F3 può coincidere e coprire dalle 19:00 alle 8:00 dal lunedì al venerdì, tutte le ore della giornata il sabato, la domenica e i giorni festivi.

Dove sono le fasce orarie nella bolletta della luce Enel Energia?

Per comprendere quali fasce orarie sono la miglior scelta per te o la tua famiglia puoi consultare la guida alla bolletta 2.0 sul sito di Enel Energia. La fattura si può ricevere sia via e-mail, attivando Bolletta Web, oppure in formato cartaceo e può essere consultata anche sull’App Enel Energia.

Le fasce orarie sono presenti nella seconda pagina della Bolletta Enel Energia nel dettaglio dei consumi e delle letture, ed è utile consultarle per comprendere quanta energia usi nelle diverse fasce orarie e se hai attivato il contratto più idoneo alle tue abitudini di consumo, e valutare l’offerta migliore per te! Nella parte superiore ci sono due box che contengono i consumi del primo e secondo mese.

Al suo interno, se il tuo contratto è per fasce orarie, puoi trovare informazioni sui consumi che hai effettuato in fascia F1, F2 ed F3. Nella parte inferiore c’è un elenco che riporta il dettaglio degli importi: quota fissa, quota energia, i costi dei servizi di rete e le imposte. Tra le diverse informazioni c’è anche il prezzo della componente energia nelle diverse fasce orarie espresso in €/kWh, IVA e imposte escluse. Ogni singola spesa è espressa in questo elenco, e alla fine viene mostrato il totale di ogni importo.