Dove trovare codice POD e PDR sulla bolletta

Se vuoi cambiare fornitore di energia elettrica o del gas e passare ad Enel Energia hai bisogno di due codici che identificano con precisione la tua fornitura: il codice POD e il codice PDR, relativi rispettivamente all'energia elettrica e al gas. Sia la tua utenza luce che quella del gas, infatti, devono essere individuate geograficamente, al fine di attivare la procedura di cambio operatore o nel caso di attivazione di una nuova utenza, subentro e voltura o di aumento della potenza per il contatore dell'elettricità.

Sia il codice POD che quello PDR non dipendono né dal fornitore né dal cliente e non cambiano mai; anche se si cambia fornitore, POD e PDR restano gli stessi e continuano a identificare una specifica utenza della luce o del gas, situate in una precisa posizione geografica. Possiamo pensare ai codici POD e PDR come al codice fiscale della nostra utenza della luce e di quella del gas.

Per questo, non dobbiamo confondere il codice POD e il codice PDR con il codice cliente che, serve a identificare un cliente e non il punto in cui la luce o il gas vengono erogati. Inoltre, cambiando fornitore riceveremo un nuovo codice cliente anche se tutto il resto non cambia. Infine, POD e PDR non vanno confusi con il numero di matricola del contatore: è possibile cambiare contatore con un altro dotato di matricola diversa (ad esempio per un guasto tecnico o per un aggiornamento tecnologico), ma codice POD e PDR non cambiano. In sintesi:

  • Codice POD: identifica in modo certo il punto di prelievo, ovvero il punto fisico dove l’energia viene consegnata dal venditore e prelevata dal cliente finale. Non viene modificato se cambiamo fornitore;
  • Codice PDR: identifica il punto di riconsegna, ovvero il punto fisico in cui il gas naturale viene consegnato dal venditore e prelevato dal cliente finale e non viene modificato se cambiamo fornitore;
  • Codice cliente: viene assegnato al cliente dal fornitore dell'elettricità o del gas, viene modificato se cambiamo fornitore;
  • Matricola del contatore: indica in modo univoco il singolo contatore dell'elettricità o del gas, non viene modificato se cambiamo fornitore ma solo in caso di sostituzione (per guasto o aggiornamento) del contatore.

Cosa è il codice POD, da cosa è composto e dove trovarlo

La sigla POD sta per "Point of Delivery", ovvero punto di fornitura, ed è relativo all'utenza elettrica. A ogni utenza corrisponde un codice POD unico, formato da 14 caratteri (sia numeri che lettere). La composizione del codice POD è standard: inizia sempre con "IT", poi ci sono tre numeri che accertano il distributore locale dell'energia elettrica, poi c'è una "E" seguita da otto numeri che identificano il punto di prelievo.

Per trovare il codice POD della tua utenza elettrica ti basta leggere la bolletta: è indicato nella prima pagina, tra i dati di fornitura insieme al tuo numero cliente e al codice fiscale. Oppure lo puoi trovare premendo il pulsante del contatore della luce: ti verrà mostrato il codice intero o solo le otto cifre finali (in base al modello del contatore). Se il tuo contatore mostra solo le ultime otto cifre, ti basterà aggiungervi all'inizio "IT001E" per avere il POD completo.

Cosa è il codice PDR, da cosa è composto e dove trovarlo

La sigla PDR sta per "Punto di Riconsegna" e il PDR identifica la tua utenza gas in maniera univoca. Il codice PDR è formato da 14 numeri: i primi quattro identificano il distributore del gas della tua zona, i restanti dieci identificano l'utenza vera e propria. Il codice PDR è presente tra i dati di fornitura indicati nella bolletta del gas e si può ricavare anche dal contatore del gas (solo in caso di contatore elettronico).