Come fare la voltura con Enel Energia

Cambiare intestazione di una bolletta Enel Energia in semplici passaggi

Come fare una voltura (ad es. sei un nuovo proprietario o affittuario)

Dati Necessari

Se vuoi intestare a tuo nome un contratto intestato ad altra persona dovrai indicare:

  • nome e cognome o denominazione, nonché codice fiscale o partita IVA dell’intestatario della fornitura;
  • il codice POD (per la fornitura luce) oppure il codice PDR (per la fornitura gas); POD e PDR puoi reperirli tra i dati presenti sul contatore, se elettronico, oppure sulla  bolletta dell’attuale intestatario; 
  • recapito telefonico ed eventuale indirizzo e-mail;
  • per la fornitura luce, può essere utile il codice cliente di nove cifre (che puoi trovare sul display del contatore se elettronico) o sulle bollette dell’attuale intestatario della fornitura.

È molto importante ricordare che bisogna dimostrare di avere titolo per vivere nell’immobile per il quale si sta richiedendo l’attivazione della fornitura di luce e gas, per maggiori informazioni visita la pagina dedicata alla titolarità dell’immobile

In caso di cambio uso, dovrai restituire compilato anche il modulo attestante la regolarità urbanistica dell’immobile (istanza 326).

Dal 2021, come stabilito dalla Delibera ARERA 135/2021/R/eel, è possibile effettuare la voltura con cambio fornitore, ovvero contestualmente al cambio di intestazione della bolletta effettuare il passaggio a un altro fornitore. Nel caso in cui ci si stesse trasferendo in un nuovo immobile, quindi, non sarà più necessario attendere che la voltura vada a buon fine prima di poter cambiare fornitore. Un’unica procedura che permetterà di scegliere un’offerta più in linea con le proprie esigenze e in tempi decisamente più brevi. 

Come seguire lo stato della pratica

Dopo aver stipulato il contratto con Enel Energia registrati all’Area Clienti e accedi alla sezione “Le tue pratiche”: potrai tenere sotto controllo e verificare a che punto è la gestione della tua pratica. Nella sezione “Le tue operazioni” trovi l’elenco dei contratti che hai concluso con Enel Energia: riportano la data di stipula, il tipo di contratto (se elettrico o gas), il numero del contratto e, anche qui, lo stato di avanzamento della pratica

I tuoi contratti sono disponibili in pdf.

Documenti necessari alla voltura

Riceverai il kit contrattuale al canale da te scelto (per esempio via mail o per posta) e dovrai restituirci la modulistica che troverai allegata. 

Per poter concludere un contratto di fornitura dovrai compilare correttamente la modulistica allegata al kit contrattuale ed inviarla ai canali indicati.

Ti ricordiamo di allegare sempre anche una copia del documento di riconoscimento in corso di validità.

Qualora vi fossero morosità pregresse sul punto di fornitura (POD/PDR), Enel Energia, a tutela del proprio credito, potrà effettuare ulteriori verifiche, anche consultando database propri o pubblici, al fine di rilevare eventuali relazioni tra cliente richiedente e precedenti intestatari e per approfondire i vari avvicendamenti sul punto di fornitura; a seguito di queste verifiche, Enel Energia potrà anche decidere di non accogliere la richiesta di fornitura, dandotene apposita comunicazione. Non ti sarà in alcun caso richiesto il pagamento della morosità pregressa riferita a precedenti intestatari.

Costo della voltura

Fornitura luce

Il costo è pari a € 23 di corrispettivo commerciale per il venditore e a € 25,51 di onere amministrativi per la distribuzione.


Fornitura gas

Il costo è pari a € 23 di corrispettivo commerciale per il venditore, a cui si aggiunge un onere amministrativo diverso in base al listino dell’impresa distributrice territorialmente competente.

Tutti i costi sopra riportati vengono stabiliti dall’ARERA, che provvede alla revisione annuale. 

A questi vanno aggiunti IVA, bollo contratto e deposito cauzionale ove previsto. Nel caso in cui si scelga come metodo di pagamento la domiciliazione bancaria o postale, il deposito non sarà addebitato.