Come fare la voltura insieme al cambio fornitore

Ecco i dettagli per cambiare intestatario della fornitura e fornitore contemporaneamente

Fare la voltura e cambio fornitore in un solo passaggio ha molti vantaggi: 

  • è gratis;
  • riduce i tempi di passaggio da un fornitore all’altro;
  • non c’è interruzione del servizio luce.

Come fare 

Puoi fare la voltura con cambio fornitore:

  • in chat, un nostro consulente ti aiuterà a scegliere l’offerta più adatta alle tue esigenze;
  • tramite altri canali di contatto

Puoi modificare la potenza del contatore solo dopo aver cambiato l’intestatario.

Quali dati servono

Per fare una voltura con cambio fornitore hai bisogno di questi dati: 

  • nome e cognome, codice fiscale o partita IVA del nuovo intestatario della fornitura;
  • il codice POD che trovi nella bolletta dell’intestatario attuale o sul display del contatore elettronico;
  • numero di telefono e indirizzo e-mail del nuovo intestatario.

Costi e tempi 

La voltura con cambio fornitore con Enel Energia è gratis e richiede 5 giorni lavorativi, calcolati a partire dal giorno in cui riceviamo tutti i documenti necessari correttamente compilati.

Kit contrattuale: quali documenti restituire

Il kit contrattuale è l’insieme dei documenti necessari che ti inviamo via e-mail o per posta, in base al canale che hai scelto, dopo aver sottoscritto un’offerta luce o gas. 

Per concludere un contratto di fornitura è importante compilare correttamente e restituire i documenti che riportano l’indicazione “da restituire”:

Cosa accade in caso di debiti con il fornitore 

Le bollette non pagate dal precedente intestatario verso il fornitore non possono essere addebitate al nuovo intestatario, tranne se il nuovo intestatario:

  • è erede del precedente intestatario defunto; 
  • convive con il precedente intestatario nella stessa abitazione.

Il venditore potrebbe richiedere a chi voltura un’autocertificazione per confermare la sua estraneità al debito.