Guida all'installazione del fotovoltaico: tutto quello che devi sapere

L’installazione di un impianto fotovoltaico è un investimento vantaggioso che ti permette di beneficiare di bollette più leggere e contribuire alla produzione di energia pulita

Infatti mediamente puoi ridurre i tuoi consumi elettrici del 30% grazie all’autoconsumo, ovvero prelevando energia elettrica direttamente dall’impianto invece che dalla rete elettrica. Questa percentuale sale mediamente fino al 70% nel caso in cui venga abbinato all’impianto anche una batteria di accumulo di energia. 

Quanto vale in termini economici il risparmio da autoconsumo?
Utilizzando i prezzi pubblicati da Arera per il servizio di tutela di un’utenza domestica validi per il terzo trimestre 2022 otteniamo un risparmio in bolletta grazie all’autoconsumo pari a 325€ all’anno, risparmio che sale a 750€/anno nel caso di installazione di una batteria di accumulo1.

Prima di procedere con l’installazione dei pannelli solari fotovoltaici, è bene ragionare sul fabbisogno energetico di casa tua. Avendo chiari i tuoi consumi annuali, è più semplice scegliere i moduli adatti alle tue esigenze e calcolare le tempistiche di rientro dell’investimento.

Valori calcolati considerando i prezzi variabili Arera per il terzo trimestre 2022, in relazione ad un cliente residenziale domestico con 3 kW di potenza impegnata e consumo annuo pari a 3.000 kWh.

Procedura per l’installazione dell’impianto fotovoltaico

Per richiedere l’installazione del sistema fotovoltaico è necessario seguire tre fasi: 

  • operazioni di verifica
  • realizzazione del progetto
  • richiesta di autorizzazione

Per prima cosa, il tecnico specializzato effettua un sopralluogo per verificare la fattibilità dell’impianto e valutare le caratteristiche della tua casa, come ad esempio l’eventuale presenza di vincoli o l’esposizione al sole del luogo dove saranno installati i pannelli. Se gli accertamenti danno esito positivo, il consulente tecnico realizza il progetto dell'impianto tenendo in considerazione il numero di persone che vi abitano, le abitudini di consumo e la disponibilità di spesa. Terminato il progetto, con l’assistenza dell’azienda fornitrice, deve essere effettuata la richiesta di autorizzazione o la comunicazione agli enti competenti:

  • se l’immobile sul quale dovrà essere installato l’impianto non ricade in una zona sottoposta a vincoli (ambientali, storici, artistici, paesaggistici, ecc.), i pannelli possono essere installati senza l’autorizzazione, ma previa comunicazione al gestore della rete tramite il Modello unico. 
  • Se, invece, l’immobile ricade in un’area sottoposta a vincoli bisognerà avere il nulla osta paesaggistico dalle autorità competenti sul territorio e richiedere un’autorizzazione ordinaria o semplificata, come avviene nel caso di altri interventi edilizi.

Installazione del fotovoltaico in condominio

Ultimamente lo Stato ha cercato di agevolare anche tutte quelle persone, interessate all’installazione di un impianto fotovoltaico, che vivono in condomini o complessi condominiali. La Riforma del Condominio, infatti, consente l’installazione dei pannelli fotovoltaici in appartamento, permettendo a tutti i residenti di ridurre le spese comuni per l’energia elettrica.  

Nello specifico, esistono due tipologie di fotovoltaico per condominio: ad uso privato e ad uso centralizzato

Nel primo caso, ad uso privato, la procedura è molto semplice e veloce. Una volta fatta la comunicazione preventiva al Comune per iniziare i lavori, i pannelli possono essere posati sulle proprietà del singolo inquilino. Non è necessaria l’approvazione dell’assemblea condominiale. Solo se il fotovoltaico ad uso privato è installato su una parte comune del condominio, allora è necessario convocare un’assemblea per informare tutti i condomini e valutare la fattibilità dell’opera. I lavori non possono comunque essere impediti dal parere contrario dei condomini.

Nel caso di uso centralizzato, la procedura è più complessa e prevede l’obbligo di convocare un’assemblea condominiale per avere il consenso di almeno la metà dei condomini. Se si procede con l’installazione, i costi sono ripartiti tra coloro che hanno votato a favore. Mentre i contrari non sono tenuti a sostenere le spese e non godono dei benefici connessi all’impianto fotovoltaico.

Caratteristiche dell’impianto fotovoltaico

Se si vuole ottenere il massimo risparmio dal solare fotovoltaico è importante pensare alle proprie abitudini di consumo e concentrare i consumi elettrici durante le ore di sole. Individuato il momento della giornata in cui usiamo maggiormente gli elettrodomestici, possiamo far coincidere il picco dei consumi con quello di produzione. Ad esempio vi sono già molti elettrodomestici che hanno una funzionalità che permette di programmarne l’uso. Si potrebbe quindi pensare, ad esempio, di caricare la lavatrice o la lavastoviglie, e programmarne l’avvio durante le ore diurne a massimo irraggiamento solare. In questo modo, l’energia prodotta dai pannelli sarà subito impiegata per le nostre esigenze, massimizzando il beneficio economico.
Vi è anche la possibilità di collegare all’impianto fotovoltaico delle batterie di accumulo di energia, che consentono di utilizzare l’energia prodotta dall’impianto e non consumata in tempo reale, durante le ore notturne o in generale quando l’impianto non produce energia.

Dimensioni e posizionamento dell’impianto fotovoltaico

Al contrario di quello che comunemente si pensa, l’impianto fotovoltaico può essere installato ovunque: tetti, balconi, facciate e anche sul terreno. La resa dell’impianto varia a seconda dell’inclinazione dei moduli, del loro orientamento e della presenza o meno di zone ombreggiate. È ottimale un orientamento verso sud e un’inclinazione di circa 30 gradi dei pannelli, così facendo si è sicuri di ottenere la massima produzione di kWh. 

Un altro fattore da tenere a mente è la dimensione dei moduli, infatti, se troppo grandi si rischia di incorrere in costi eccessivi, al contrario se troppo piccoli, il fabbisogno energetico non sarà soddisfatto. In generale, il dimensionamento ottimale è quello che garantisce la migliore relazione tra produzione annuale dell'impianto e autoconsumo medio dell'utente.

Costi di installazione dell’impianto fotovoltaico

Oggi, dotarsi di pannelli solari non significa spendere cifre esorbitanti. Infatti, negli ultimi anni i costi per un impianto fotovoltaico sono diminuiti sensibilmente, a fronte di migliori prestazioni. Inoltre, la spesa può essere recuperata in poco tempo, sin dai primi anni di utilizzo. 

I costi per un sistema fotovoltaico variano in base ad alcuni fattori, come la modalità d’installazione, le dimensioni dell’impianto, i componenti acquistati e la distanza tra impianto e punto di connessione alla rete elettrica. 

Esistono comunque dei costi standard da sostenere per dotarsi di un impianto fotovoltaico efficiente:

  • costi per interventi di sopralluogo per verificare di fattibilità dei lavori e trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze di consumo e alle caratteristiche di casa tua;
  • prezzo dei moduli che dipende dalle dimensioni e dal materiale impiegato;
  • costi amministrativi di progettazione del sistema e delle autorizzazioni necessarie che prevedono il coinvolgimento degli enti preposti, solo ove richiesti.

Incentivi per l’installazione del fotovoltaico

Sempre più famiglie installano i pannelli fotovoltaici nella propria casa, incoraggiati dagli incentivi statali che permettono di rientrare della spesa in tempi brevi.

Proprio al fine di incentivare l’adozione del fotovoltaico, il legislatore ha previsto una serie di benefici per chi decide di installarli nella propria abitazione:

  1. Detrazione fiscale/cessione del credito/sconto: è possibile usufruire di questi incentivi con il bonus ristrutturazioni1 (fino al 31 dicembre 2024) grazie al quale puoi recuperare la metà del costo dell'impianto fotovoltaico sotto forma di detrazioni fiscali (dall’Irpef) nei dieci anni successivi all’installazione. Il costo effettivo dell’impianto viene dimezzato ed è anche possibile usufruire di un’aliquota ridotta dell’IVA al 10%. Altre modalità sono la cessione del credito o il cosiddetto sconto in fattura, anch’essi prorogati fino al 31 dicembre 2024 per effetto della Legge di Bilancio 2022.
  2. Superbonus 110%2 (fino al 31 dicembre 2023 per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023). Per accedere al superbonus 110% per l’installazione del fotovoltaico è necessario svolgere altri lavori di efficientamento energetico sulla casa per migliorare la certificazione energetica APE dell’edificio di almeno due classi energetiche.
  3. Scambio sul posto3: è un servizio fornito da GSE (Gestore Servizi Energetici, società per azioni interamente partecipata dal ministero dell’economia e delle finanze) che valorizza tutta l’energia immessa dall’utente nella rete elettrica. Il sistema elettrico in questo caso viene utilizzato come fosse uno strumento per l’immagazzinamento virtuale dell’energia elettrica prodotta ma non contestualmente autoconsumata dall’utente. Condizione necessaria per l’erogazione del servizio è la presenza di impianti per il consumo e per la produzione di energia elettrica sottesi a un unico punto di connessione con la rete pubblica. L’utente che accede al servizio continuerà a ricevere la bolletta elettrica dal proprio fornitore relativamente a tutti i consumi prelevati dalla rete pubblica, senza alcuna modifica alle condizioni contrattuali. Pertanto pagherà solo l’energia che ha prelevato dalla rete quando l’impianto non è in funzione (ad esempio di notte).

Tale meccanismo sarà ancora accessibile sui nuovi allacci completati entro il 2022 e resterà in essere fino al termine 2024. Ad oggi, ottobre 2022, non è stato ancora stabilito dallo stato cosa succederà dopo queste date, anche se è probabile che vi siano altre forme di remunerazione (ad esempio le comunità energetiche) o il ritiro dedicato.

Per maggiori dettagli sul funzionamento e sulle modalità di accesso dello scambio sul posto sull’articolo che tratta il risparmio legato al fotovoltaico.

ai sensi dell’art. 16-bis del Dpr 917/86
ai sensi dell’art.119 del DL n. 34/2020
disciplinato dalla Deliberazione 570/2012/R/efr AEEGSI

Perché conviene installare il fotovoltaico?

Ci sono diversi vantaggi di cui puoi beneficiare grazie all’installazione di un impianto fotovoltaico nella tua casa:

  • installazione sul tetto, sul balcone, sulla facciata o a terra; 
  • sensibile riduzione del prezzo dei pannelli a fronte di una maggiore efficienza;
  • risparmio sulla bolletta grazie all’autoconsumo: possibilità di consumare in loco l'energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico;
  • ammortamento della spesa sostenuta in pochi anni;
  • detrazioni fiscali del 50% o del 110%;
  • accesso a benefici economici dello scambio sul posto;
  • produzione di energia pulita.

Il fotovoltaico di Enel X

Con la soluzione di Enel X ti garantiamo l’installazione di un sistema fotovoltaico assicurato per almeno 10 anni. L’offerta include anche il sopralluogo, la progettazione e l’installazione del tuo impianto, oltre alla gestione delle pratiche amministrative e fiscali riguardanti la detrazione. Così acquisti il tuo fotovoltaico senza pensieri. 

E se sei cliente Enel Energia, acquistando i  prodotti Enel X ricevi subito i punti WOW! nel programma fedeltà gratuito ENELPREMIA WOW!, che puoi spendere su un catalogo ricco di premi e bonus in bolletta. Inoltre, potrai scegliere ogni settimana vantaggiosi coupon sconto da utilizzare presso le aziende partner.

Cosa aspetti? Per ulteriori informazioni sulla fattibilità dei lavori e la dimensione ottimale dei pannelli richiedi una consulenza per l’installazione del fotovoltaico.